Dopo due stagioni in riva all'Arno, Paulo Sousa è molto vicino a dire addio a Firenze e alla Serie A italiana. L'ex allenatore del Basilea, attualmente lontano dalla zona europea della classifica e pesantemente contestato dalla tifoseria viola, potrebbe infatti decidere di lasciare la squadra al termine di questa stagione. Il suo futuro, secondo indiscrezioni arrivate dalla Germania, sarebbe in Bundesliga sulla prestigiosa panchina del Borussia Dortmund. Sul tecnico portoghese, come ha riportato la "Gazzetta dello Sport", ci sarebbe il Borussia Dortmund che accoglierebbe il suo ex giocatore (Sousa giocò in giallonero dal 1996 al 1998 ) per affidargli la panchina attualmente occupata da Thomas Tuchel: tecnico che, invece, è destinato a guidare l'Arsenal in caso di divorzio da Arsene Wenger.

Lontano da Firenze.

Complice un feeling mai nato con il popolo toscano, il 46enne tecnico lusitano pare aver già deciso quale sarà il suo futuro. Nonostante le voci di un interessamento della Juventus, che potrebbe rimanere senza Massimiliano Allegri dalla fine di questa stagione, Paulo Sousa preferirebbe spostarsi nuovamente al di fuori dell'Italia. Subito dopo la vittoria della sua Fiorentina a Crotone, ottenuta con un gol nel finale di Nikola Kalinic, l'allenatore dei gigliati ha parlato della partita vinta e fatto un breve accenno anche al suo futuro: "Oggi, come domenica scorsa, abbiamo creato tantissimo – ha spiegato il portoghese davanti alle telecamere di Premium – Abbiamo segnato solo un gol e dobbiamo migliorare nella concretezza. Credo che la squadra abbia meritato questi tre punti. I ragazzi hanno avuto lo spirito giusto e hanno creduto alla vittoria fino alla fine. Se mi piacerebbe diventare l’allenatore del Borussia Dortmund? Mi piace quello che faccio, l’allenatore".