Dopo aver giocato con la Fiorentina dal 1989 al 1995, Stefano Pioli potrebbe tornare al "Franchi" e prendere il posto di Paulo Sousa. Tra l'attuale tecnico portoghese e la dirigenza viola, c'è in corso una guerra fredda che molto probabilmente porterà l'ex allenatore del Basilea a fare le valigie e a salutare Firenze. Proprio per questo motivo, il club toscano starebbe già valutando diversi profili e tra questi ci sarebbe anche il nome di Stefano Pioli. Il 51enne mister di Parma, che l'Inter di Suning potrebbe confermare solo in caso di quarto posto alla fine del campionato, è il favorito numero uno per la panchina della Fiorentina. Secondo "Tuttosport", infatti, Pioli avrebbe staccato nelle preferenze anche l'altro grande concorrente nella corsa al posto di Paulo Sousa: Eusebio Di Francesco.

Le altre idee per la panchina.

A far compiere a Pioli un balzo in avanti nel testa a testa con il tecnico del Sassuolo, sarebbe stato il suo passato da giocatore viola. Con la Fiorentina, l'attuale mister nerazzurro, ha giocato 5 stagioni in Serie A e una in Serie B: quest'ultima culminata con la promozione nella massima serie. Andrea Della Valle rimane dunque alla finestra, in attesa di capire quali saranno le prossime mosse di Suning: ancora allettato dal riportare in Italia uno tra Diego Simeone e Antonio Conte. Gli altri nomi in lizza per prendere il posto di Paulo Sousa sarebbero quelli di Simone Inzaghi (al quale, però, la Lazio sta per offrire il rinnovo contrattuale), Walter Mazzarri, Rolando Maran e Leonardo Semplici: allenatore della sorprendente Spal, già tecnico delle giovanili della Fiorentina dal 2011 al 2014. Ironia della sorte, sarà proprio Pioli l'avversario della squadra gigliata nel prossimo turno di campionato. Un'eventuale sconfitta al "Franchi", potrebbe dunque avvicinare il tecnico alla panchina viola.