Pierluigi Collina è stato nominato nuovo presidente della Commissione Arbitri Fifa: l'ex-fischietto bolognese, già responsabili degli arbitri UEFA, subentra al posto dello spagnolo Angel Maria Villar Llona. Un riconoscimento che rende Collina, ipso facto, il "capo" degli arbitri del mondo: il suo ruolo infatti prevede che si occupi di stilare la lista degli arbitri internazionali, definire gli arbitri della competizioni a livello mondiale, e soprattutto gli consentirà di dettare le interpretazioni sul regolamento e, a seconda dei casi, modificarle.

Le funzioni più operative resteranno invece nelle mani dello svizzero Massimo Musacca, che resta a capo del dipartimento arbitri. Della Commissione arbitri Fifa fanno parte anche Amelio Andino (Paraguay), Dagmar Damkova (Repubblica Ceca), Brian Hall (USA), Shamsul Maidin (singapore), Eddy Maillet (Seychelles), Neil Poloso (Isole Salomone), Wilson Seneme (Brasile), Kevin Stoltenkamp (Nuova Zelanda) e Hani Taleb Balan (Qatar).

Entusiasmo ovviamente in casa AIA: "A Pierluigi le congratulazioni del Presidente dell'AIA Marcello Nicchi e gli auguri di un buon lavoro a cui si uniscono anche il vice Narciso Pisacreta, il responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange e tutti i componenti del Comitato Nazionale anche a nome degli oltre 35mila arbitri italiani", si legge in una nota dell'Associazione Arbitri Italiana.

Collina, bolognese classe 1960, è stato arbitro effettivo dal 1977 al 2005, diventando fischietto internazionale dal 1995. Nel corso della carriera arbitrale ha diretto soltanto in Italia qualcosa come 240 gare in Serie A, 79 in Serie B, 42 in Coppa Italia e 2 in Supercoppa Italiana (2003 e 2004). A queste si aggiungono 109 gare internazionali e numerosi riconoscimenti personali, tra cui quello di miglior arbitro del mondo vinto nel 1998, 1999, 2000, 2002, 2003, 2004 e 2005.