Protagonista con la Primavera della Juventus lo scorso anno, in mostra con l’Ascoli prima e con l’Italia Under 20 poi in questa stagione, Andrea Favilli, attaccante classe ‘97, appena riscattato dai marchigiani potrebbe tornare proprio alla Vecchia Signora insieme al suo compagno sia di club che di Nazionale Riccardo Orsolini. Ecco cinque curiosità sul 20enne pisano che ha attirato su di sé l’attenzione di numerosi club e che potrebbe essere protagonista già nella prossima sessione di mercato.

Il pupillo di Allegri.

Il mondiale Under 20 dell’Italia di Evani, oltre ad un ottimo terzo posto conquistato, ha restituito al calcio del nostro Paese un po’ di fiducia in più nei confronti del futuro della Nazionale azzurra. Tanti sono stati infatti i giovani che si sono messi in luce, uno di questi è stato sicuramente Andrea Favilli. Il giovane attaccante, classe 1997, che lo scorso anno ha realizzato 8 gol in 30 presenze in B con la maglia dell’Ascoli, è stato riscattato dai bianconeri acquistando il suo cartellino per 3 milioni dal Livorno. Sarà sicuramente girato alla Juventus con cui nel campionato Primavera di qualche anno fa, realizzò 22 gol. Nell’annata 2015/2016, esordì anche in Serie A nella vittoria esterna della Vecchia Signora sul campo del Frosinone. In una recente intervista disse: «Ero un po' il pupillo di Allegri; mi ha dato la possibilità di esordire in Serie A e poi è uno dei migliori allenatori d'Europa».

"Ho studiato Morata, ma non ho modelli"

«Ho avuto la fortuna di potermi allenare con uno come Alvaro Morata, dal quale mi piaceva assorbire consigli e giocate; però non ho mai avuto un modello al quale ispirarmi» questo il punto di vista di Andrea su quale sia l’attaccante a cui si ispira. In realtà, alcuni addetti ai lavori lo hanno paragonato addirittura ad uno dei centravanti più forti della storia azzurra: Christian Vieri. Ma anche su questo il pisano sembra avere le idee molto chiare e, soprattutto i piedi ben piantati a terra: «Fa sempre piacere essere accostato a grandi campioni e il paragone con Vieri è dovuto al fatto che per caratteristiche siamo simili, ma preferisco non essere associato a campioni che hanno fatto una grande carriera. Io sono giovane e sono soltanto all'inizio» diceva infatti qualche mese fa il giovane talento classe ‘97.

Scheda anagrafica di Andrea Favilli (fonte Transfermarkt.com)in foto: Scheda anagrafica di Andrea Favilli (fonte Transfermarkt.com)

Centravanti classico o punta di manovra.

Andrea Favilli è sì, come detto, un centravanti classico, ma, facendo di necessità virtù, si può adattare anche ad altri ruoli rendendosi utile anche in altre zone di campo. Non soltanto prima punta d’area di rigore dunque, ma anche seconda punta di manovra, uomo dell’ultimo quarto d’ora, all’occorrenza trequartista in un 4-2-3-1. Fortissimo di testa, il numero 9 possiede il tempismo innato del goleador in grado di bruciare sul tempo il proprio avversario diretto, a cui unisce la grande capacità nel gioco spalle alla porta quando deve permettere alla propria squadra di rifiatare. Inoltre a dispetto della stazza (1,91 m per 78 kg) svaria molto su tutto il fronte d’attacco riuscendo così ad aprire varchi per favorire gli inserimenti dei compagni di squadra.

Favilli, un valore in forte rialzo.

Negli ultimi 6 mesi la carriera di Favilli ha avuto un abbrivio diverso con tante ottime prestazioni in maglia Ascoli ed un mondiale under 20, sempre in coppia col fido Orsolini, di tutto rispetto. E anche se il tassametro si è fermato a quota 1 rete e 3 passaggi vincenti in Corea del Sud, il suo lavoro per la squadra, la sua capacità di far salire i compagni e di assisterli alla perfezione hanno garantito un grande contributo alla selezione di Evani finita poi terza al termine della rassegna iridata. Partite, minuti, giocate che non solo lo hanno messo in luce nel panorama calcistico nazionale ed internazionale ma che, di conseguenza, hanno sviluppato il costo del suo cartellino passato, dai 300mila euro di dicembre, agli attuali 2 milioni. Un’ascesa inaspettata ma, al tempo stesso, ancora in corsa con prospettive di crescita, ad appena 20 anni, davvero illimitate.

Evoluzione valore di mercato di Andrea Favilli (fonte Transfermarkt.com)in foto: Evoluzione valore di mercato di Andrea Favilli (fonte Transfermarkt.com)

Il mercato impazza per il centravanti di Pisa.

Numeri, gol, assist e giocate di alto livello nonostante la giovane età. Questo in breve l’identikit di Favilli, attaccante capace di stravolgere tutte le dinamiche di mercato di diversi club italiani. Nel pieno infatti della sessione estiva, sono tante le società italiane che vorrebbero accaparrarsi le prestazioni del centravanti d’origine toscana. Infatti, dopo il riscatto dal Livorno, non è ancora detto che possa essere la Juventus ad avere la prelazione sull’acquisto del calciatore. In una trattativa ancora molto serrata, pare si sia fatta avanti anche la Roma di Monchi che sta lavorando a fari spenti. I giallorossi però non sono gli unici a provare un tentativo per Favilli. Anche il Verona, che ha potuto ammirarlo come avversario nell’annata della vittoria del torneo cadetto la scorsa stagione, starebbe pensando a lui per rinforzare la rosa a disposizione di mister Pecchia in vista del prossimo torneo di A.

Rendimento stagione 2016/2017 di Andrea Favilli (fonte Transfermarkt.com)in foto: Rendimento stagione 2016/2017 di Andrea Favilli (fonte Transfermarkt.com)