Missione compiuta e testa al Barcellona per la Juventus, che ieri all'Allianz Stadium ha domato il Chievo, riuscendo a mantenere inviolata la porta e con un discreto ricorso al turnover. La squadra di Allegri, che con 10 gol in 3 gare si accosta alla Juve del Trap negli anni '80, si conferma però Dybala-centrica. Il genietto argentino parte dalla panchina, facendo spazio a una formazione schierata con il 4-3-3 (le novità: Szczesny tra i pali, Asamoah e Benatia in difesa, Sturaro e Matuidi dall'inizio, Douglas Costa a completare il tridente) e gli basta una mezz'ora del secondo tempo per accendere la luce, contribuire al raddoppio di Higuain, dopo l'autugol iniziale di Hetemaj, e mettersi in proprio per il 3-0 definitivo.

Prima di procedere con l'analisi delle pagelle di Juventus-Chievo secondo i resoconti di Gazzetta e Corriere dello Sport e all'approfondimento sulla modalità di gestione del rinvio di Sampdoria-Roma, vi segnaliamo la formazione ideale della 3a giornata e per chi dovesse comporre ancora la propria squadra ecco la guida finale all'asta con consigli, analisi e il resoconto di tutti gli approfondimenti di questa lunga estate di preparazione.

Juventus-Chievo.

Voti e pagelle.

JUVENTUS – Szczesny (6,5); Lichtsteiner (6), Benatia (6,5), Rugani (6,5 dalla Gazzetta e 6 dal Corriere), Asamoah (6); Matuidi (6 e 6,5), Pjanic (7,5 e 7), Sturaro (6,5 e 6), (31′ st Bernardeschi 6,5); Douglas Costa (6 e 5,5), (9’ st Dybala 8), Higuain (6 e 7), Mandzukic (6), (38′ st Bentancur s.v.).

CHIEVO – Sorrentino (5,5 e 6), Cacciatore (5,5), Dainelli (5,5 e 5), Gamberini (5), Gobbi (5 e 5,5); Castro (5 e 5,5), Radovanovic (6,5), Hetemaj (5), (23′ st Rigoni 5,5); Birsa (6 e 6,5); Pucciarelli (5 e 5,5), (21′ st Pellissier 6 e 5,5), Inglese (5 e 5,5), (31′ st Leris s.v. e 5,5)

Sampdoria-Roma.

Gestione del rinvio.

Considerato che il rinvio della gara ha superato le canoniche 48 ore, al fantacalcio si procede d'ufficio. A tutti i giocatori di movimento, ad esclusione degli squalificati, andrà assegnato un 6 politico; diversa la gestione dei portieri, a seconda del regolamento di lega: taluni preferiscono assegnare il 5 per una questione di uniformità, altri direttamente il 6.