Sono sempre gli attaccanti ad attirare i principali riflettori della serie A. E la giornata dopo la sosta ha restituito a parecchi di loro gol e sorriso, tanto da modificare le valutazioni sul prosieguo del torneo. Scopriamo insieme quelli che potrebbero fare la differenza nelle rispettive squadre.

  1. Higuain (Juventus): in campionato il digiuno prosegue da cinque turni, ma la doppietta di mercoledì, in semifinale di Coppa Italia, si pone quale toccasana per un bomber del suo calibro, che si prepara a un finale di stagione con i fiocchi. La quota dello scorso anno non è neanche lontanamente accostabile, ma con l'infortunio di Mandzukic e le condizioni in via di miglioramento di Dybala, l'attacco juventino è tornato a poggiare tutto sulle sue spalle.
  2. Berardi (Sassuolo): l'attaccante calabrese, a secco da ottobre, è tornato al gol contro la Lazio. Un'esecuzione perfetta dal dischetto ma che non ha impedito l'ennesima sconfitta ai neroverdi. Uomo mercato (si mormora più vicino alla Juventus, che alla Juventus, corteggiatrice di lungo corso), vorrà convincere i suoi estimatori del suo rientro a pieno ritmo dal lungo infortunio.
  3. Falcinelli (Crotone): otto giornate senza segnare spazzate via dalla rete al Chievo che ha riavvicinato i calabresi alla zona salvezza. Per ridurre il gap di cinque punti servono i suoi gol e in questo finale da tutto per tutto non mancheranno. Prima doppia cifra in A in carriera ormai alla portata.
  4. Quagliarella (Sampdoria): quanta differenza può fare una mente finalmente sgombra da cattivi pensieri? Nel caso del bomber napoletano tantissima. Conclusa la brutta vicenda giudiziaria, che lo aveva visto coinvolto come parte lesa, Fabio non si è più fermato e nell'ultimo turno ha contributo all'impresa di Giampaolo contro l'Inter a San Siro.
  5. Perica (Udinese): bomber di scorta ma estremamente funzionale per sopperire agli scadimenti di forma a intermittenza dei due titolari, Thereau e Zapata. Elemento chiave anche al fantacalcio.