Si chiude la prima serata dedicata ai quarti di finale dell'Europa League con delle gare molto interessanti che riserveranno sicuramente sorprese anche nel match 2. Queste prime gare del terzultimo atto della competizione europea hanno messo in evidenza due fattori: l'imprevedibilità e il fattore campo. L'Ajax batte in casa lo Schalke 04 per 2-0 ma non capitalizza quando avrebbe dovuto: la doppietta di Klaassen non rende giustizia alla eccellente gara dei lancieri. La squadra di Bosz fa davvero la voce grossa con i tedeschi e ha messo buone basi per la qualificazione mentre le altre dovranno risolvere la pratica a ritorno: l'Anderlecht costringe al pari il Manchester United mentre il Celta Vigo riesce ad avere la meglio del Genk solo grazie ad un'ottima prova del tridente Guidetti-Aspas-Pione Sisto. La difesa di Berizzo è, a tratti, imbarazzante.

Vittoria dell'Olympique Lione, squadra che ha giustiziato la Roma, in casa con il Besiktas di Gunes in una gara folle. Turchi davanti grazie ad una rete di Ryan Babel, vecchia conoscenza del Liverpool, dell'Ajax e dell'Hoffenheim, ma negli ultimi 10 minuti gli uomini di Genesio riescono a ribaltare la situazione con le reti di Tolisso e Morel. La squadra francese non meritava di perdere per la mole di gioco espressa ma alla Besiktas Arena sarà dura.

Scontri a Lione: si parte con 45′ di ritardo.

Prima gli scontri fuori dallo stadio, poi le tensioni all'interno e l'invasione di campo dei tifosi francesi dopo il lancio di fumogeni e petardi dei tifosi turchi sugli spalti e scontri tra le opposte fazioni. L'intervento repentino della polizia e di Jean-Michel Aulas, presidente del Lione, ha permesso il decorso della situazione e che la sospensione fosse solo temporanea. Almeno due ultras del Besiktas sono stati arrestati.

Ajax-Schalke 04 2-0.

Gara a senso unico all'Amsterdam Arena: l'Ajax spadroneggia in lungo e in largo e il 2-0 va stretto. Al 23′ Klaassen porta in vantaggio i lancieri su calcio di rigore assegnato per fallo di Schopf su Younes. Davinson Sanchez colpisce la traversa di testa e manca di pochissimo il raddoppio. Una sola squadra in campo all'Amsterdam Arena ed è quella di Bosz. Il numero 10 raddoppia al 53′ co un destro da distanza ravvicinata su cross di Kluivert dalla destra. Bellissima l'ovazione che lo stadio olandese ha riservato all'ex beniamino dei lancieri Klaas Jan Huntelaar, ora punta dello Schalke: il rispetto e la riconoscenza oltre i colori e le maglie.

Celta Vigo-Genk 3-2.

Buona la prima per la squadra di Berizzo che, però, subisce il 3-2 nel finale e si complica la vita. Al minuto 11 Boetius di testa porta in vantaggio la squadra belga con la difesa del Celta poco attenta in marcatura e nella scalata. La reazione della squadra spagnola non tarda ad arrivare: Pione Sisto al 15′ trova il pareggio con un bel tiro sul secondo palo dopo un tacco interessante di Guidetti e al 18′ Iago Aspas firma il sorpasso con un bel tiro rasoterra che batte Matthew Ryan. Lo stesso Giudetti al minuto 39 si mette in proprio e batte per la terza volta il portiere della squadra belga con un tiro di destro sul primo palo. Buffel riapre la gara al minuto 67 dopo l'ennesima dormita della difesa di Berizzo.

Anderlecht-Manchester United 1-1.

Pareggio interessante per la squadra di Weiler al cospetto dei più gettonati inglesi dello United. La migliore occasione della prima parte di gara del Constant Vanden Stock Stadium di Bruxelles è il palo colpito da Jesse Lingard al 19′ ma i Red Devils sono riusciti a legittimare la supremazia territoriale grazie alla rete di Henrikh Mkhitaryan che da due passi deposita in porta dopo una ribattuta di Ruben su Rashford. La squadra di José Mourinho gestisce in maniera tranquilla la prima frazione ma nella ripresa deve fare i conti con la nuova linfa della squadra belga che attacca a testa bassa fin da subito ma mantiene le linee corte non permettendo ripartenze agli avversari.

Lo United riesce a tenere a bada l'Anderlecht e proprio quando tutto sembrava chiuso è arrivato il goal del pareggio: cross dalla sinistra di Obradovic e Leander Dendoncker, classe '95, stacca benissimo di testa infilando il pallone alle spalle di Sergio Romero. Buona prestazione di Tielemans e dell'autore del goal, probabilmente il migliore dei suoi.

OL-Besiktas 2-1.

Gara pazza al Pari Olympique Lyonnais. Ryan Babel su assist di Talisca porta in vantaggio la squadra turca ma subito dopo i tifosi del Besiktas accendono dei fumogeni e sono costretti ad intervenire i calciatori per far riprendere la gara. La reazione dei francesi non tarda ad arrivare e Fekir colpisce la traversa da distanza ravvicinata. Valbuena ci mette il suo e prova a far decollare la fase offensiva della squadra di Genesio ma la prima frazione termina con la squadra turca in vantaggio. Il Lione nella ripresa parte fortissimo, va vicino al pari in diverse situazioni e il fortino turco sembra tenere ma tra l'83' e l'86' la squadra francese prima con Tolisso e poi con Morel ribalta la situazione. La seconda rete francese è figlia di un errore macroscopico del portiere del Besiktas Fabri: dopo aver dribblato un avversario si ritrova in mezzo ad altri due calciatori del Lione che lo chiudono e riescono a soffiargli il pallone. Tra una settimana sarà un'altra storia alla Besiktas Arena. Ottima prestazione di Tolisso, uomo ovunque per i transalpini, e Talisca, il più in palla dei turchi.