Archiviata la pratica Champions, con la straordinaria prestazione della Juventus a Barcellona, i riflettori si sono accesi per i quarti di finale dell'Europa League: competizione che ha visto in campo, tra le altre squadre, anche lo United di José Mourinho e il Lione di Bruno Genesio. Le emozioni più forti sono arrivate soprattutto da Manchester e Istanbul, dove Anderlecht e Besiktas hanno creato non pochi problemi a inglesi e francesi e allungato la contesa fino ai tempi supplementari e addirittura, nel caso del match turco, fino ai rigori. Vicino all'impresa lo Schalke 04 che, sconfitto all'andata per 2-0, ha vinto 3-2 sull'Ajax a Gelsenkirchen: un risultato che non è però bastato ai tedeschi per conquistare la semifinale. Nessun problema, infine per il Celta Vigo: in semifinale grazie al pareggio colto fuori casa.

Rashord piega l'Anderlecht, Lione ai rigori.

Più difficile del previsto la serata dei "Red Devils". Scesi in campo all'Old Trafford, dopo il pareggio dell'andata, la formazione di Mourinho ha trovato la rete del vantaggio al decimo minuto grazie a Mkhitaryan. Nonostante la spinta degli inglesi, l'Anderlecht è riuscito ad acciuffare il pareggio poco dopo la mezz'ora con Hanni. Partita dura quella dell'Old Trafford, che si è decisa soltanto nel secondo tempo supplementare quando Rashford ha mandato in estasi il pubblico di casa con un sinistro vincente, dopo un assist di Fellaini. Mourinho respira, ma ora dovrà fare i conti con il grave infortunio di Ibrahimovic: uscito nel finale dei tempi regolamentari.

Partita pazzesca in Turchia. Al vantaggio dei padroni di casa con Talisca, ha risposto Lacazette: attaccante che, al 41esimo, è andato vicino anche al raddoppio con un destro a giro che si è schiantato sul palo. Nella ripresa ancora Talisca, autentico protagonista della sfida alla "Besiktas Arena", ha battuto per la seconda volta Lopes e riacceso la partita portandola fino ai supplementari, nonostante il palo di Quaresma e la clamorosa traversa di Lacazette al 90esimo. Al termine di un extra time da cardiopalma (con occasioni in serie per tutte e due le squadre), i rigori hanno premiato i francesi dopo l'errore decisivo di Mitrovic.

Schalke ad un passo dall'impresa, Celta Vigo senza problemi.

La "remuntada" tedesca è riuscita soltanto a metà. Spinto dal pubblico di casa, lo Schalke 04 ha aggredito l'Ajax sin dall'inizio e trovato le due reti necessarie per rimettere in piedi la qualificazioni in soli 3 minuti. Nel supplementare Caligiuri ha servito il tris e infiammato la Veltins Arena. Nessuno, però, aveva fatto i conti con l'orgoglio dell'Ajax. In 10 uomini dal secondo tempo, complice l'espulsione di Veltman, gli olandesi sono stati capaci di segnare il gol qualificazione al minuto numero 111 con Viergever e mettere anche il sigillo finale alla loro serata con il 3-2 di Younes.

Nessun problema, infine, per il Celta Vigo. Anche se il 3-2 del "Balaidos" non lasciava tranquilla la formazione di Eduardo Berizzo, la rete di Sisto, arrivata poco dopo l'ora di gioco, ha messo il match in discesa per gli spagnoli. A nulla è servito l'immediato pareggio di Trossard. I galiziani vanno dunque in semifinale e puntano all'ultimo atto di Stoccolma dove potrebbero alzare il trofeo dopo le tre coppe consecutive vinte dal Siviglia.