Gioevdì alle ore 13 a Nyon, in diretta tv e in streaming su Italia Uno, si celebreranno i sorteggi dei Playoff di Europa League che consentiranno, alle squadre vincitrici di questo ennesimo doppio confronto a eliminazione diretta, l’ingresso nel tabellone principale della manifestazione europea.

In serata, intanto, al netto dei tanti risultati già indirizzati nei match di andata, non sono mancate le sorprese con le cocenti eliminazioni del Bordeaux, ad opera degli ungheresi del Videoton, dello Sparta Praga di Stramaccioni, battuto 1-0 dopo il 2-0 dell’andata dalla Stella Rossa, del Sion, per mezzo dei lituani del Suduva o del PSV contro i croati dell’Osijek. Il Milan, invece, non ha avuto problemi a superare i rumeni del Craiova rilanciandosi nel contesto europeo dopo 3 anni di assenza dalle competizioni internazionali.

Battuto ancora il Craiova, Milan ai playoff.

Il Milan di Montella dinanzi al pubblico delle grandi occasioni (battuto il record continentale di presenze di 65mila spettatori, 65.763 a 65.190, per un terzo turno di Europa League fatto registrare due anni fa dal Borussia Dortmund) manda in visibilio San Siro eliminando i modesti rumeni del Craiova per 2-0 con reti di Bonaventura e del giovane Cutrone. Con autorità, entusiasmo e brillantezza, infatti, l’undici rossonero ha bissato la vittoria dell’andata per 1-0 guadagnando così l’accesso all’ultimo step, i playoff, prima dei tanto agognati gironi.

Guida al sorteggio.

Il draft, il sorteggio che avrà luogo domani alle ore 13 a Nyon ha un canovaccio, un cerimoniale e delle norme piuttosto semplici e precise. Le squadre qualificate (44 club di cui 15 provenienti dalle qualificazioni della Champions League, AEK Atene, Ajax, Bate Borisov, Club Brugge, Dynamo Kiev, Hafnarfjordur, Legia Varsavia, Ludogorets, Partizan, Viktoria Plzeň, Rosenborg, Salzburg, Sheriff Tiraspol, Vardar Skopje, Viitorul) sono designate teste di serie in base al loro pregresso coefficiente internazionale e smistate in due gruppi: teste di serie e non teste di serie.

Per ciascuna gruppo di squadre verranno preparate due urne: una contenente i bussolotti numerati delle teste di serie e l’altra con i bussolotti delle compagini non teste di serie. Di qui verranno estratti due bussolotti alla volta da entrambe le ampolle, poste in una terza urna e poi mescolate. Di qui, il primo club del primo bussolotto estratto disputerà la gara d’esordio in casa (gare previste il 17 ed il 24 agosto).

Milan, testa di serie: possibili avversarie al sorteggio.

I rossoneri grazie al loro retaggio europeo, al netto delle ultime tre annate a secco in campo internazionale, guadagnano di diritto, con il loro coefficiente a quota 47.666, la presenza nella prima urna ovvero: quella dedicata alle teste di serie. Evitate così, le corazzate Olympique Marsiglia, Fenerbahce, Dinamo Kiev, Athletic Bilbao, lo Zenit di Mancini, l’Everton di Rooney e l’Ajax finalista dell’ultima (la 46esima) edizione dell’Europa League.

Le mine vaganti nell'urna di Nyon.

Possibili mine vaganti per il Milan potrebbero essere il Panathinaikos di Ouzounidis, sempre temibile allo stadio Nikoalidis, degli ex “italiani” Leto e Giandomenico Mesto, il sempre ostico Rosenborg, fortissimo fra le mura amiche del Lerkendal di Trondheim, l’Aek Atene di Christodoulopoulos, Livaja, Didac Vila, Cosic e dell’ex Barça Chygrynskyi.

Non teste di serie, insidia Osijek.

Nel novero delle 22 potenziali rivali dei rossoneri di Montella non figurano grossissimi club in grado di poter mettere in seria difficoltà la compagine meneghina. Particolare attenzione però, meritano i coriacei croati dell’Osijek capaci di eliminare il Psv di Cocu e di superare ben tre turni preliminari.

Suduva 1.825, Skendjia 3.375, Ostersunds 3.945, Domzale 4.125, Vardar Skopje 5.125, Osijek 5.550, Viitorul Costanza 5.870, Hafnarfjorour 6.175, Aek Larnaca 6.210, Altach 6.570, Aek Atene 6.580, Utrecht 6.712, Skenderbeu 6.825, Stella Rossa 7.325, Videoton 8.650, Oleksandria 9.526, Apollon Limassol 10.710, Sheriff Tiraspol 11.150, Hajduk Spalato 11.550, Rosenborg 12.655, Maritimo 14.866, Panathinaikos 15.080.