Senza italiane è stato meno affascinante il sorteggio dei quarti di finale di Europa League. Il Manchester United ha pescato l’Anderlecht, una squadra forte ma che però non sembra possa dare molto fastidio ai Red Devils, che cercano di giocare per la prima volta dopo sei anni una finale europea. Il Lione che ha eliminato la Roma se la vedrà con il Besiktas, squadra retrocessa dalla Champions League e che ha grosse ambizioni. Gli altri quarti sono Celta-Genk e Ajax-Schalke.

Mou va in Belgio.

Continua il giro d’Europa del Manchester United, che sta attraversando il Vecchio Continente con l’Europa League. Dopo aver sfidato Feyenoord (Olanda), Fenerbahce (Turchia) e Zorya (Ucraina) nella fase a gironi, Saint-Etienne (Francia) nei sedicesimi e Rostov (Russia) negli ottavi adesso Ibra e compagni andranno in Belgio e sfideranno l’Anderlecht. I bianco-malva hanno storia e tradizione, e pure una buona squadra, ma se il Manchester United giocherà su buoni livelli non dovrebbe avere troppi problemi. All’Europa League i Red Devils hanno dimostrato di tenerci molto e l’Anderlecht se vuole passare è chiamato a una doppia impresa.

Celta fortunato, sarà dura per Ajax e Lione.

Il Celta di Berizzo gioca un calcio splendido e in questa stagione sembra puntare tutto sull’Europa League. A Vigo sognano concretamente le semifinali. Il sorteggio è stato benevolo con gli spagnoli, che sfideranno il Genk, uscito vincitore dal derby con il Gent. Le individualità degli spagnoli dovrebbero fare la differenza. Molto belle si prevedono Ajax-Schalke e Lione-Besiktas. Gli olandesi stanno andando avanti e sono trascinati da tanti giovani di talento che sfideranno invece una squadra esperta, che spesso sul più bello è caduta in Europa. Il Lione, che ha eliminato la Roma, invece se la vedrà con il Besiktas di Senol Gunes, una squadra molto sottovalutata che invece sembra avere le carte in regola per andare fino in fondo.