La Fiorentina passa sul campo del Borussia Mönchengladbach e mette una seria ipoteca verso gli ottavi di finale della UEFA Europa League 2016/2017. Un match strano quello della Fiorentina, che ha sofferto per praticamente l'intero match, sbloccato poco prima dell'intervallo da una rete splendida di Federico Bernardeschi su calcio di punizione che non ha lasciato scampo a Sommer.

Primo tempo di marca tedesca: ci prova Dahoud dopo undici minuti dalla distanza, ma la sfera termina alta. Al quarto d'ora è Hermann che esalta i riflessi di Tatarusanu con un colpo di punta stile calcetto: grandissima la parata dell'estremo difensore viola. Il momento appare propizio per i padroni di casa, che sfiorano il gol con Johnson, Jantschke e poi ancora con Johnson: davvero incredibile l'occasione fallita dal calciatore di casa, che su traversone di Hazard trova il palo. L'azione prosegue poi con Stindl che grazia Tatarusanu a due passi dalla porta a pochi minuti dall'intervallo. Poi improvvisamente, il lampo viola: Bernardeschi porta palla e la difende poco prima dell'area di rigore, costringendo Kramer al fallo. Alla battuta va lo stesso Bernardeschi che scarica un missile imparabile per Sommer e che porta in vantaggio la viola.

Nella ripresa, il Borussia Mönchengladbach prova a reagire, ma le idee sono confuse. Dopo un paio di tentativi di Johnson, è Wendt al 67′ a rendersi pericoloso, con una staffilata che fa la barba al palo. L'assedio dei tedeschi riprende con intensità, ma la Fiorentina chiude tutti gli spazi: ci provano ancora Stindl, poi Christensen ed infine Hazard, nel giro di dieci minuti. Ma nessuno riesce ad impensierire Tatarusanu. L'ultima vera occasione del match capita a Vestergaard, ma Tatarusanu fa buona guardia e controlla la sfera. Vince la Fiorentina: per gli ottavi basterà un pareggio al Franchi.