Conclusi i playoff di Europa League, stabilite dunque le 48 squadre che alla fase a gironi della competizione con le ultime formazioni tra cui il Milan che si sono aggiunte alle compagini che si erano già qualificate automaticamente. Come per la Champions League a rappresentare l’Italia nell’ urna del Grimaldi Forum di Montecarlo c’erano 3 squadre: Atalanta, Lazio e appunto il club meneghino. Sorteggio morbido per i rossoneri, con qualche insidia in più per la Lazio, molto più complicato invece quello che l’urna monegasca ha riservato alla Dea, ma andiamo a conoscere nel dettaglio, una per una, quali saranno le avversarie degli alfieri del Bel Paese nella fase a gironi della manifestazione continentale.

Gruppo D: Milan con Austria Vienna, Rijeka e AEK Atene.

Partiamo dal Milan ,che dopo qualche anno di assenza ritrova l'Europa, sorteggiato nel gruppo D insieme con Austria Vienna, Rijeka e AEK Atene. Un girone che vede dunque favorito proprio i rossoneri che, oltre ad evitare le squadre più forti presenti nell'urna, ha anche evitato lunghissime trasferte dovendo andare a giocare nelle vicine Austria, Croazia e Grecia.

Austria Vienna.

L'Austria Vienna allenata dal tedesco Thorsten Fink  non sarà di certo un avversario irresistibile per i rossoneri dato che il valore di mercato dell'intera rosa a disposizione del tecnico teutonico vale quanto uno degli undici investimenti fatti dal Milan in quest'ultima sessione di mercato, infatti il totale si aggira intorno ai 20 milioni di euro, per intenderci meno della metà di quanto Fassone e Mirabelli hanno speso per portare Leonardo Bonucci alla corte di Vincenzo Montella. Gli austriaci non dovranno però essere sottovalutati dato che il loro 4-3-3, con alcuni prospetti molto interessanti (come l'esterno d'attacco brasiliano 22enne Lucas Venuto), ha messo in difficoltà anche squadre blasonate come la Roma.

Rijeka.

Lo stesso discorso fatto per gli austriaci può essere fatto per il Rijeka dato che anche nel caso dei croati il valore di mercato complessivo dell'intera rosa supera leggermente i 20 milioni di euro (21,45 mln secondo il sito Transfermarkt.com). Diverso invece il discorso per quel che riguarda l'aspetto tattico dato che il tecnico sloveno Matjaz Kek predilige affidarsi ad un "europeo" 4-2-3-1 molto organizzato e in grado di creare rogne agli avversari, come dimostrato in occasione del doppio scontro con l'Olympiakos nel turno preliminare di Champions League.

AEK Atene.

Economicamente più importante la rosa dell'AEK Atene che, se pur non raggiungendo nel complesso il singolo investimento fatto dal Milan per André Silva,  ha un valore di mercato totale che si supera di poco i 30 milioni di euro. Tra gli uomini a disposizione dell'esperto allenatore spagnolo Manolo Jiménez tante vecchie conoscenze del calcio italiano: dall'ex interista Livaja all'ex Bologna Christodoulopoulos, dall'ex empolese Ćosić all'ex cesenate Hugo Almeida. A differenza delle altre due avversarie i greci si affidano quasi sempre ad una difesa a tre, con il 3-5-2 come modulo prediletto dal tecnico iberico.

Gruppo K: Lazio, ti ricordi di Wes e Balo?

I biancocelesti, anch'essi in prima fascia nel sorteggio di Montecarlo come i rossoneri, inseriti nel Gruppo K dovranno invece vedersela con il Nizza, Zulte Waregem e Vitesse. Si tratta dunque di un girone che può riservare qualche insidia agli uomini di Simone Inzaghi soprattutto dato che dovranno vedersela con il Nizza di Mario Balotelli e Wesley Sneijder "retrocesso" in Europa League dopo aver perso il playoff di Champions League contro il Napoli di Maurizio Sarri.

Nizza.

Eliminati nel preliminare alle soglie della fase a gironi della Champions League dal Napoli, per il Nizza ci sarà  un'altra italiana nel proprio cammino europeo. Se pur trasformato rispetto alla scorsa stagione, con qualche partenza illustre, la compagine della Costa Azzurra è di sicuro l'avversario più temibile per i ragazzi di Inzaghi come dimostra anche il valore di mercato complessivo dell'intera rosa messa a disposizione di Favre per questa nuova stagione che si aggira intorno ai 105 milioni di euro, quasi la metà di quella biancoceleste stimata circa 200 milioni di euro.

Diversità tra le due compagini anche dal punto di vista tattico con Favre che, a differenza del tecnico italiano, preferisce affidarsi spesso al 4-3-1-2 con un rombo a centrocampo in modo da esaltare le qualità dei suoi uomini migliori come Seri e il neoarrivato Sneijder che farà il trequartista alle spalle della coppia d'attacco formata da Balotelli e Pleà.

Zulte Waregem.

Non dovrebbe invece rappresentare un problema per i biancocelesti lo Zulte Waregem. La formazione belga che vanta una collaborazione con la Juventus ha difatti una rosa dal valore di mercato totale pari a 22,75 milioni di euro che non sembra in grado di poter impensierire i capitolini. Il 4-2-3-1 con cui il tecnico Francky Dury difficilmente al momento può competere ad alti livelli anche fuori dai confini nazionali, la speranza per i belgi è che dopo il portiere Leali la partnership porti  altri calciatori in orbita bianconera.

Vitesse.

L'ultima squadra sorteggiata nel Girone K e che quindi dovrà vedersela con la Lazio è il Vitesse Arnhem. La squadra olandese satellite del Chelsea (al momento sono 5 i giocatori in prestito dai londinesi) ha una rosa con un valore di mercato totale di 24,5 milioni di euro con il 21enne kosovaro Milos Rashica come vera punta di diamante dell'intero rooster. Il tecnico Henk Fraser schiera spesso i suoi con un classico 4-3-3 affidandosi in attacco soprattutto ai due "ex italiani" Matavz e Castaignos, passati dal Bel Paese rispettivamente con le maglie di Genoa e Inter.

Gruppo E: Come si fermano Fekir e Rooney? L'Atalanta trema.

Ad attendere l'Atalanta, al ritorno in Europa dopo oltre 25 anni, sorteggiata nel Gruppo E ci saranno Lione, Everton e Apollon Limassol. Per i ragazzi di Gasperini dunque uno dei gruppi più duri dell'intera competizione con i francesi che lo scorso anno hanno messo in grossa difficoltà la Juventus in Champions League e l'Everton che in Premier League ha dimostrato di poter competere con le super potenze storiche del calcio d'Oltremanica.

Lione.

Oltre ad essere quella con più blasone, il Lione è sicuramente la squadra del Gruppo E che si presenta con i favori del pronostico dato che, nonostante le cessioni importanti di Gonalons alla Roma, di Tolisso al Bayern Monaco e di Lacazette all'Arsenal, può ancora disporre di una rosa con un valore di mercato che supera abbondantemente i 100 milioni di euro (130,25 per il portale Transfermarkt.com). E nonostante gli illustri addii il tecnico Bruno Génésio sta cercando di plasmare questa nuova rosa per avere più soluzioni tattiche oltre al classico 4-3-3, tant'è che nelle prime gare di Ligue 1 ha schierato i suoi con il 4-2-3-1 in modo da sfruttare meglio le attuali risorse a propria disposizione.

Everton.

Nonostante la cessione di Romelu Lukaku al Manchester United, l'Everton si presenta ai nastri di partenza della fase finale di Europa League come uno dei club favoriti per arrivare in fondo alla competizione, come testimoniato anche dal valore economico dell'intera rosa stimato in 317,5 milioni di euro. L'arrivo di Klaassen dall'Ajax, di Sigurdsson dallo Swansea, di Sandro dal Malaga, e soprattutto il ritorno di Wayne Rooney, hanno rinforzato la rosa a disposizione del tecnico olandese Ronald Koeman che si affiderà spesso al 4-4-2 con due esterni di centrocampo molto offensivi.

Apollon Limassol.

L'avversario più morbido per l'Atalanta in questo Gruppo E sarà sicuramente l'Apollon Limassol. La compagine cipriota dispone infatti di una rosa dal valore economico pari a 14 milioni di euro e il 4-3-3  (che spesso diventa 4-5-1) con cui il giovanissimo allenatore Sofronis Avgousti schiera solitamente i suoi migliori undici in campo difficilmente potrà impensierire Everton, Lione e Atalanta.

Il calendario delle italiane.

Girone D

Austria Vienna-Milan (14 settembre-23 novembre)
Milan-Rijeka (28 settembre-7 dicembre)
Milan-AEK Atene (19 ottobre-2 novembre)

Girone E

Atalanta-Everton (14 settembre-23 novembre)
Lione-Atalanta (28 settembre-7 dicembre)
Atalanta-Limassol (19 ottobre-2 novembre)

Girone K

Vitesse-Lazio (14 settembre-23 novembre)
Lazio-Zulte Waregem (28 settembre-7 dicembre)
Nizza-Lazio (19 ottobre-2 novembre)