La Croazia inizia Euro 2016 vincendo per 1-0 contro la Turchia. La squadra di Ante Cacic merita il successo e fa festa grazie a un gol fantastico di Luka Modric, a segno nei minuti finali del primo tempo. Nella ripresa i croati legittimano la vittoria centrando la traversa sia con Srna sia con Perisic, uno dei migliori in campo. La Turchia lotta, si batte fino all’ultimo ma non riesce mai a calciare verso la porta di Subasic. Domani si chiude la prima giornata del Gruppo D con Spagna-Repubblica Ceca.

Prodezza di Modric – Terim a sorpresa esclude Burak Yilmaz, Cacic se la gioca con un centrocampo di qualità e un tridente tutto italiano con Brozovic, Perisic e Mandzukic. La Croazia, che si candida al ruolo di outsider dell’Europeo, parte fortissimo. Nei primi minuti si gioca solo in una metà campo. La Turchia sembra voler solo difendere lo 0-0. L’atteggiamento è questo forse perché Terim sa che i valori tecnici sono molti diversi e scoprendosi troppo la partita potrebbe finire male. Mentre Perisic si fa notare per la sua capigliatura particolare, la squadra dell’Imperatore con un colpo di testa improvviso di Topal va vicina al vantaggio, Subasic è bravo bloccare sulla linea. Poco dopo Tosun rifila una gomitata a Corluka, costretto per qualche minuto a uscire dal campo perché il suo volto gronda sangue. Quando il primo tempo sembra volgere al termine con il punteggio iniziale Luka Modric con un tiro al volo favoloso sorprende il portiere turco Volkan Babacan. Quando il centrocampista del Real Madrid esulta nel gruppo festante trova anche un tifoso che riesce a scavalcare i controlli del ‘Parco dei Principi’. All’intervallo è 1-0.

Traverse croate – Nella ripresa la Turchia si ripresenta in campo con Volkan Sen, che dopo un paio di minuti calcia subito al volo. Il tiro del turco è respinto dal compagno Tosun. La Croazia cerca rapidamente di chiudere la partita. Srna colpisce una traversa su punizione, poi il portiere turco mette la mano su una conclusione ancora di Srna ed evita il raddoppio. Terim manda in campo prima Yilmaz e poi il diciottenne Emre Mor, appena preso dal Borussia Dortmund. L’ingresso di questi due attaccanti rivitalizza la Turchia, ma in contropiede la Croazia colpisce un’altra traversa questa volta con Perisic ed è ancora pericolosa con l'altro interista Brozovic. I turchi ci provano fino all’ultimo, ma il risultato non cambia. La Croazia vince 1-0.