Paulo Dybala è pronto per scendere in campo al "Camp Nou". Non con la maglia del Barcellona, ma con quella bianconera della Juventus: impegnata in terra catalana, nel primo match di Champions League. Il numero 10 dei campioni d'Italia è stato, insieme a Massimiliano Allegri, la "guest star" della conferenza stampa della vigilia. Un'occasione unica per i cronisti spagnoli, che hanno ovviamente chiesto all'argentino del presunto interesse del Barcellona e del suo futuro: "A me nessuno ha detto nulla e la società non mi ha mai parlato di un'offerta – ha esordito la "Joya" – Sono felice nella Juventus e finché mi vogliono io rimango qua. Quest'anno ho anche preso la decisione di giocare con un numero che rappresenta molto per la storia di questo club. Giocare con Messi? Ho la fortuna di giocarci insieme in nazionale e mi può insegnare tanto. Insieme al Barcellona? In futuro non si può mai sapere".

La carica di Allegri.

Ormai abbonato all'incrocio con il Barcellona, Massimiliano Allegri ha presentato la prima partita contro i catalani valevole per il girone europeo. Davanti alla stampa iberica e italiana, il mister bianconero ha chiesto incoscienza e coraggio ai suoi giocatori: "L'obiettivo è quello di fare una bella partita e cercare di sorprendere il Barcellona che, insieme al Real Madrid, è la favorita per vincere la Champions – ha spiegato il tecnico campione d'Italia – Loro qualche difetto ce l'hanno e noi dovremo essere bravi ad approfittarne cercando di fare gol. Mi aspetto una partita di grande lucidità e precisione tecnica, soprattutto quando loro ci verranno a pressare. Juve e Barça sono in un buon momento ed entrambe hanno fatto 9 punti in 3 partite di campionato. Sarà una serata di grande calcio e ci vorrà anche un po' d'incoscienza per affrontare questo avversario, ma ormai abbiamo acquisito la giusta personalità per giocare queste partite".