Il Barcellona prova a tenere viva la Liga. I blaugrana nel posticipo della 32a giornata di campionato hanno battuto 3-2 la Real Sociedad, rispondendo così al Real che nel pomeriggio aveva superato in trasferta con lo stesso risultato lo Sporting Gijon. 3 i punti che separano i catalani dalle merengues che possono contare su una gara da recuperare. Prestazione dai due volti per il Barça: solito strapotere offensivo, nonostante l’assenza dello squalificato Neymar sostituito da Alacacer, ma altrettante fragilità difensive. Un aspetto che non può che far sorridere in casa Juventus in vista della sfida di ritorno dei quarti di finale di Champions League dopo il pesantissimo 3-0 incassato pochi giorni fa allo Stadium.

E proprio dopo il flop torinese in cui la sua stella è stata offuscata da quella del giovane connazionale Paulo Dybala, Leo Messi ha riconquistato la scena con una doppietta. 29 gol in 28 partite di campionato per la Pulce che ha raggiunto quota 45 gol stagionali. E’ stato proprio lui a sbloccare il match dopo 17’ per gli uomini di Luis Enrique che ha scelto di affidarsi ai migliori senza pensare al turnover. Mezz’ora dopo lo stesso campione con un tocco facile facile ha servito il bis mettendo il match sui binari giusti. A sorpresa però gli ospiti sono tornati in partita grazie ad un autogol di Umtiti che ha confermato il momento non felice della difesa blraugrana.

Nemmeno il tempo di esultare per gli ospiti, e Alcacer ha ripristinato le distanze con un bel diagonale di sinistro. Un finale di frazione incandescente con la Real che non ha mai mollato trovando un’altra rete con Prieto. Nella ripresa nonostante le occasioni da una parte e dall’altra il risultato non è più cambiato con il Barça che ha ritrovato una vittoria che potrebbe rappresentare una buona iniezione di fiducia in vista della “battaglia” contro la Juve.