Non ci sarà alcuna maxi festa a Torino domenica prossima, in caso di vittoria dei bianconeri sul Crotone e matematica conquista del sesto titolo consecutivo. La società bianconera dunque ha fatto dietrofront, come evidenziato da “La Stampa” con un repentino cambio di programma sull’evento che avrebbe visto probabilmente come ospiti i tifosi doc Ramazzotti e Gabbani, su un super palco montato per l’occasione, con tanto di classico giro in pullman della squadra.

Il dietrofront (anche scaramantico) del club.

La Juventus dunque ha deciso di non festeggiare con un evento pubblico, almeno per il momento l’eventuale vittoria in Coppa Italia e il trionfo in Serie A, rimandando chiaramente il tutto a dopo Cardiff. Una scelta dunque anche scaramantica in vista della finalissima del 3 giugno contro il Real Madrid. E pensare che la dirigenza della Vecchia Signora aveva già dato il la alla panchina organizzativa preparandosi a prenotare gli spazi per l’evento, e lo stesso tour per la città, ufficialmente saltato.

Testa a Coppa Italia e scudetto, ma quel precedente…

La sconfitta sul campo della Roma ha rappresentato una doccia fredda, con il club che ha voluto dare un segnale forte: non è il caso di organizzare un super evento quando la squadra dovrà concentrarsi ancora sulla conquista di 3 punti tra Crotone e Bologna, nelle ultime due partite di campionato. Quindi in caso di successo già domenica, toccherà ai sostenitori riempire le strade e le piazze del capoluogo piemontese. Una situazione simile a quanto accaduto nel 2015 quando la Juventus, impegnata poi nella finale di Champions contro il Barça non organizzò nulla. Un precedente che però non sembra ovviamente di buon auspicio per il popolo juventino

Festa rimandata dopo Cardiff.

Quest’ultimo sicuramente potrà scatenarsi, così come la squadra in caso di eventuale vittoria di Coppa Italia prima e scudetto poi. Per il maxi evento con la presenza di tanti volti noti anche dello spettacolo invece bisognerà aspettare, con la speranza che dopo Cardiff si possa festeggiare anche per un titolo in più, al netto delle scaramanzie bianconere. E a proposito del prestigioso evento, in questo caso il club ha già organizzato tutto per la finale, con tre maxi schermi che saranno collocati in piazza San Carlo.