Eusebio Di Francesco è stato accolto con grade affetto dai tifosi giallorossi che a Pinzolo gli hanno rivolto uno striscione molto bello, perché l’ex tecnico del Sassuolo è letteralmente tornato a casa. Con i suoi modi garbati l’allenatore della Roma ha bacchettato l’ex Salah che su Instagram si è lasciato andare ad un commento che ha affatto arrabbiare tutto l’ambiente romanista. Strootman su quel social ha salutato Rudiger scrivendo a corredo di una foto: “Spero che questo sia l’ultimo addio di questa estate”, Nainggolan con un emoji sorridente ha lasciato intendere che qualcosa ancora può succedere. Mentre l’egiziano ha scritto: “The time for Radja now”. Il polverone si è alzato, e si è arrabbiato pure Di Francesco, che sa dell’interesse dell’Inter per il belga e non vuole perderlo.

Dopo aver elogiato Pellegrini, tornato alla base dopo l’esperienza con il Sassuolo: “Lorenzo è un giocatore universale, una mezz’ala di grande qualità”, l’allenatore ha parlato di Florenzi: “Ha il desiderio di tornare il prima possibile, ma giustamente non vuole affrettare i tempi di recupero per evitare una nuova ricaduta” e soprattutto di Nainggolan: “Radja è forte e ce lo vogliamo tenere stretto, è l’obiettivo mio e della società. Verrà con noi negli Stati Uniti”.

La Roma è stata attivissima sul mercato in entrata e in uscita – sono partiti Szczesny, Salah, Paredes, Rudiger, mentre sono arrivati Gonalons, Pellegrini, Karsdorp, Skorupski e Moreno – ma le operazioni di Monchi sono tutt’altro che finite. Perché Di Francesco ha fatto la lista della spesa e Monchi dovrà acquistare altri cinque calciatori: “Ci serve un’alternativa a Dzeko, poi ci servono due esterni offensivi, un terzino sinistro e un centrale”. In attacco Di Francesco vorrebbe Defrel e Berardi, mentre il d.s. segue Martial del Manchester United e Ghezzal del Lione.