Ken Stanley ha 96 anni ed è un tifoso del Tottenham. Segue la squadra da quand'era ragazzino e per 88 anni mai ha smesso di andare allo stadio – il vecchio ‘White Hart Lane' – per seguire le gare degli Spurs. L'ultima – quella di domenica scorsa scandita dalla vittoria contro il Manchester United per 2-1 – è stata davvero speciale per diversi motivi: battere i Red Devils di Mourinho ha sempre un sapore particolare; l'impianto che a lungo ha ospitato squadra e tifosi verrà abbattuto, mentre il club avrà una nuova casa; l'anziano sostenitore è tornato a casa con in dono una sorpresa commovente.

Al triplice fischio finale, uno dei calciatori più in vista – nonostante la giovane età – gli si è avvicinato per abbracciarlo e congratularsi. Chi era? Dele Alli. Il talento inglese è andato oltre e ha voluto lasciare a quel supporter così affezionato un cimelio da tenere sempre con sé: le scarpette da calcio di colore verde che aveva usato proprio in occasione della sfida di Premier. E' stato lo stesso calciatore a dare notizia dell'episodio pubblicando una foto sul proprio account di Twitter, immagine corredata da un messaggio delicato: "Il signor Ken Stanley ha 96 anni e segue il Tottenham da 88, gli ho regalato le mie scarpe nella speranza che possa essere tifoso ancora per molti anni".

C'era Billy Minter – ex calciatore e allenatore degli Spurs – quando Stanley decise che la propria fede calcistica sarebbe stata votata al Tottenham, facendo di White Hart Lane l'impianto per celebrare il rituale del tifo. Una storia durata 118 anni, che si è ripetuta per l'ultima volta – ma in quel teatro – domenica scorsa quando pubblico e calciatori hanno detto addio al glorioso stadio. Wanyama e Kane i calciatori che hanno messo la loro firma in calce al match, confermando gli Spurs seconda forza del campionato alle spalle del Chelsea.