La Juventus ha avuto centovent’anni ricchi di storia e ricchi di vittorie. Di grandi calciatori ne ha avuti tantissimi. Quattro sono considerati i grandi numeri 10 del club bianconero: Sivori, Platini, Baggio e Del Piero, il calciatore che ha realizzato più gol nella storia del club. Da grande ex Del Piero spera che qualcun altro indossi la mitica numero 10, che in questa stagione è rimasta senza un proprietario. Il leggendario campione del mondo vorrebbe che quella maglia fosse presa da Dybala

Fa uno strano effetto non vedere quella maglia, anche se oggi il mondo è cambiato tanto. Il 10 della Juve resta pesante e importante: non solo per me, ma per Sivori, Platini, Baggio. Mi farebbe piacere se l’avesse Dybala, ma è contento del 21, che è un altro numero con una storia.

A Dybala spesso è stata proposta la maglia più sognata, ma ‘La Joya’ ha declinato l’invito perché non vuole mollare la numero 21, che è stata indossata negli ultimi vent’anni da due calciatori che hanno fatto non solo la storia della Juventus, ma del calcio mondiale e cioè Zinedine Zidane e Andrea Pirlo, che hanno vinto entrambi sia la Champions League sia soprattutto i Mondiali.

Del Piero ha parlato anche di Bernardeschi. L’esterno ha rotto con la Fiorentina ed ha trovato l’accordo con la Juventus, che gli ha proposto un contratto di cinque anni a quattro milioni più bonus. Naturalmente il quarantaduenne ex calciatore ha approvato l’acquisto del ventitreenne di Carrara

Sarebbe un bel colpo per tutti. Mi piace il gioco che ha, perché le caratteristiche tecniche e le qualità che possiede sono abbastanza chiare. Lui è un ragazzo che ha già dimostrato di avere grandissime qualità e la Juve è sempre stato un ambiente molto aperto. Anche se difficile, impegnativo, di grandi responsabilità, dove devi tendere a sbagliare non tanto, ma pochino.