Vicente Del Bosque, è forse uno degli allenatori più sottovalutati della storia, colpa forse di un'immagine forse ritenuta non all'altezza, visto il suo essere schivo, riservato e il suo preferire i fatti alle chiacchiere.

Due campionati spagnoli  nel 2001 e 2003, una Supercoppa di Spagna nel 2001, due Coppe dei Campioni , una Coppa Intercontinentale nel 2002, una Supercoppa Europea sempre nel 2002, fino allo scorso Mondiale vinto con le furie rosse iberiche. Un palmares impressionante quello del buon Vicente, che in vista delle prossime gare di qualificazione ad Euro 2012, competizione che giocherà da campione in carica, coccola la sua squadra e i suoi gioiellini, che meriterebbero il più prestigioso trofeo per un giocatore singolo, il Pallone d'oro: " A parte le qualità individuali dei giocatori che abbiamo, e alcuni ne hanno davvero tante, penso che giochiamo un gioco complesso e i ragazzi hanno dimostrato che giocano soprattutto per la squadra, e se guardano come la squadra ha vinto, penso che sarebbe giusto darlo a uno spagnolo”.

Una cosa è certa mai come quest'anno l'assegnazione dell'ambito riconoscimento avverrà al fotofinish, e non preclude anche eventuali sorprese.

Marco Beltrami