Rischiano di ammainarsi tutte le bandiere della Roma tra qualche giorno. L’addio di Francesco Totti è praticamente certo. Nell’ultima giornata di campionato il numero 10 giallorosso contro il Genoa disputerà l’ultima partita della sua carriera, l’Olimpico è già tutto esaurito, perché i suoi tifosi vogliono onorarlo e omaggiarlo. Ma quella sera potrebbe giocare con la Roma per l’ultima volta anche Daniele De Rossi. Il centrocampista che compirà trentaquattro anni tra un paio di mesi parlando con Sky Sport non ha sciolto i suoi dubbi sul proprio futuro

Non so cosa farà, in questo momento non lo so. Penso che non sia nemmeno tanto importante. Non sto meditando cose strane. Mi ci sto pensando tanto. C’è un rapporto solido e d’amore che comunque vada non si interromperà.

Parole chiare quelle di ‘Capitan Futuro’, che non fanno presagire nulla di buono per la squadra giallorossa e per i suoi tifosi. De Rossi ha voluto inoltre parlare anche del meraviglioso rapporto con la ‘sua’ squadra e con tutta la tifoseria, che non cambierà anche se il prossimo campionato vestirà un’altra maglia

Questa è una storia d’amore che dura da talmente tanto che ridurla a vivere in questa città o un’altra non cambia. Ci sto pensando tanto sia a casa che tra me e me. Qualcosa capirò, ma comunque sia c’è un rapporto solido e d’amore e comunque vada non si interromperà. Queste parole le sto dicendo a prescindere, non è un commiato anticipato.

Il contratto che lega De Rossi alla Roma scade il 30 giugno. Pare che il nuovo uomo mercato Monchi abbia proposto un contratto di un solo anno, a 4 milioni netti, al giocatore, che però pretenderebbe un biennale. Alla finestra c’è l’Inter, che in panchina potrebbe avere Spalletti e che cerca giocatori d’esperienza a metà campo. De Rossi, anche se non è più un ragazzino, in questa stagione sta avendo un rendimento eccezionale, non a caso è ancora titolare in nazionale, con cui spera di giocare i Mondiali di Russia.