Daniele De Rossi sta disputando una stagione di altissimo profilo. L’esperto centrocampista della Roma è protagonista di un momento molto positivo che sta giovando e non poco alla squadra di Spalletti. Anche nella vittoriosa trasferta in casa del Villarreal, valida per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League, il campione del mondo ha garantito quantità e qualità ai giallorossi.

Il centrocampista scherza sul rinnovo.

E proprio al termine della gara dell’Estadio de la Cerámica, De Rossi ha affrontato il tema relativo al rinnovo del contratto con la Roma in scadenza attualmente a fine stagione. Ai microfoni di Sky, il giocatore ha commentato con ironia la situazione attualmente in stallo: "Il rinnovo? Con la società non ci siamo sentiti. Non è imminente, avranno perso il numero (scherza, ndr) Ho 33 anni, capisco che la Roma ha delle priorità, ma fortunatamente sto vivendo la situazione in maniera serena. Cinque anni fa ero in scadenza e mi chiamavano tutte le squadre più forti, ora sono sparite…".

De Rossi esalta Dzeko e Emerson.

Abbandonato il tema legato al futuro, De Rossi ha esaltato la prova della Roma, sottolineando le prestazioni singole degli autori del gol Dzeko e Emerson: “Guardando il risultato si può pensare ad una gara squilibrata, invece non è stato così. Volevamo ipotecare la qualificazione già stasera, non ci aspettavamo che andasse così bene. La loro difesa si presentava con numeri importanti, quindi il nostro successo acquista ancora più valore. Dzeko e Emerson? Le loro storie devono insegnare che bisogna aspettare prima di dare giudizi. Emerson non lo avevamo mai visto, Dzeko sapevamo che era un campione, non poteva essere diventato un brocco. Andrebbe coccolato un po' di più a Roma".

Grande tristezza per Florenzi.

Capitan Futuro ha anche commentato con tristezza la situazione di Alessandro Florenzi che rischia di rimanere fuori dai campi di gioco per un altro lunghissimo periodo: "L'ho saputo forse per primo, mi ha avvisato mio padre. E' calato subito un velo di tristezza, aspettiamo la visita di domani. Queste cose fanno malissimo in generale, quando poi accadono ad un amico ti stracciano il cuore. Faremo di tutto per stare vicini ad Alessandro".