Non sono piaciute le ultime parole di Maurizio Sarri ad Aurelio De Laurentiis. L’allenatore alla vigilia della sfida in casa del Torino, ha risposto così alle domande sul suo futuro, sottolineando la voglia di incassare un ingaggio superiore a quello attuale: “Finora non mi sono arricchito, ma nel prossimo contratto vorrei farlo: è un dovere per la mia famiglia. Da calciatore ho preso una miseria, ma il mio non è un lamento. Esperienza all’estero? Sarebbe bella farla, ma prima mi piacerebbe vincere in Italia".

Una dichiarazione che ha probabilmente spiazzato De La che pochi giorni fa aveva definito il tecnico come il possibile Ferguson del Napoli, dopo che lo stesso allenatore ex Empoli aveva ribadito la sua volontà di restare a Napoli per portare avanti il suo progetto. Ecco allora che in occasione di un incontro presso la Città della Scienza, il patron del club partenopeo ha risposto in maniera decisa: “Ha appena avuto un aumento con uno scatto importante – riporta Repubblica – Sono pronto a ridiscuterlo alla scadenza magari dopo aver vinto due scudetti oppure una Champions. A quel punto sono pronto ad accontentarlo".

E a proposito della voglia di Maurizio Sarri in futuro di allenare all’estero: “Poi se vorrà andare in un top club europeo, lo accompagnerò personalmente con un aereo privato e mi vedrò pure il primo allenamento". Sensazioni positive anche per il rinnovo di Mertens che a breve dovrebbe rinnovare con il Napoli. De Laurentiis infatti ha ribadito che la fumata bianca nella trattativa, tutt'altro che semplice, è ormai dietro l'angolo e potrebbe arrivare anche nei prossimi giorni: “Dipende solo da lui, siamo alla fase finale, nei prossimi giorni dovrebbero arrivare in Italia i suoi rappresentanti e dovremo firmare”.