"Se Dybala vuole migliorare ancora deve lasciare la Juventus". A parlare così non è un club interessato all'argentino, né un avversario. E' Dani Alves, compagno di squadra della Joya, colonna della Seleçao ed ex pedina del Barcellona. La classica bomba sganciata nel mare placido del post campionato, quando nemmeno il chiacchiericcio del mercato è ancora capace di turbare la serenità di calciatori ed entourage. Le dichiarazioni del brasiliano, però, sono altra cosa: da un lato non possono far piacere né ai tifosi né alla società, che si ritrova sminuita da quel concetto espresso ai microfoni del canale sudamericano ‘Esporte Interativo'.

La sintesi dell'intervista è molto semplice. vuoi fare un ulteriore salto di qualità? Ambisci a salire sul gradino più alto e raggiungere la cima dei top club? Bene, allora devi lasciare l'Italia e Torino per andare a giocare in un altro campionato. "Ma non so quando", è l'unica digressione che Dani Alves rispetto alle parole che hanno avuto un effetto deflagrante. Quasi un tentativo di ammorbidirle ma troppo tardi… In Spagna le hanno prese alla lettera e, pur ricordando che l'ex rosanero ha da poco rinnovato il contratto con la Juventus (fino al 2022), i giornali hanno rinfocolato le notizie sull'interesse che Real Madrid e Barcellona mai hanno nascosto per l'argentino.

Cosa farà Dani Alves? Dubbio legittimo considerato che al mancato rinnovo dell'ex Barça potrebbe fare seguito un suo trasferimento dopo la breve parentesi bianconera. Nel corso dell'intervista Alves ha raccontato di aver ricevuto diverse offerte oltre a quella della Juventus e che la Premier League è un campionato affascinante, il prossimo nel quale il futuro vorrebbe confrontarsi. Quando? Tutto dipende da cosa accadrà nelle prossime settimane quando sarà chiaro se ci sarà il prolungamento del contratto fino al 2019 oppure per lui sarà di nuovo tempo di migrare.