La splendida stagione della Juventus, sebbene terminata con la triste finale di Champions League di Cardiff, gli ha regalato molta visibilità sui quotidiani di tutto il mondo. Dopo la sua esperienza con il Barcellona, Dani Alves ha messo anche la sua firma sui due trionfi juventini (Scudetto e Coppa Italia), risultando uno dei giocatori più importanti della rosa di Massimiliano Allegri. In attesa di riprendere la preparazione con la squadra in quel di Vinovo, il brasiliano ha comunque fatto parlare di sé per alcune interviste abbastanza provocatorie. A poche ore dal caos creato dalle sue dichiarazioni su Dybala ("Ho detto a Paulo che per migliorare deve andare via"), Dani Alves è entrato nel mirino di una parte della critica argentina e napoletana per alcune parole che ha dedicato a Diego Armando Maradona.

Il Pallone d'Oro.

"Volete paragonare Messi con Maradona? Non è possibile, quanti Palloni d'Oro ha vinto Maradona? – ha dichiarato lo juventino, nell'intervista concessa a "Sports Interactive" – Io non sarei orgoglioso di poter dire di aver vinto una Coppa del Mondo facendo un gol con la mano. Come sportivo non lo prenderei a esempio per i giovani". Una frase provocatoria che non è piaciuta ai tifosi dell'argentino, ma che è servita forse a riportare la pace tra gli ultrà bianconeri dopo la sua esternazione su Dybala. Il problema è che Dani Alves ha commesso anche una gaffe mondiale, ed è scivolato su una buccia di banana in maniera imbarazzante. Di fronte all'esempio dei Palloni d'Oro vinti dalla "Pulce" e dal giocatore simbolo del calcio argentino, l'ex Barcellona si è infatti dimenticato che all'epoca di Maradona i sudamericani non potevano partecipare al trofeo indetto da France Football, e che solo nel 1995 furono anche loro ammessi alla candidatura per la vittoria finale.