La sfida della seconda semifinale d’andata fra Monaco e Juventus, metterà di fronte due squadre che hanno nella qualità e la tecnica dei singoli calciatori, uno dei più grandi punti di forza. Da un lato, la Juventus, oltre ai vari Higuain, Mandzukic e Cuadrado, può contare sull’esplosione di un Paulo Dybala, diventato ormai oggetto del desiderio dei top club europei.

Ma in attesa di provare a strappare l’argentino ai bianconeri, Barcellona, Paris Saint Germain, Real Madrid e Bayern Monaco, oltre alle inglesi, sono molto vigili per quanto riguarda le prestazioni dei giovani talenti della squadra del Principato. Uno su tutti, neanche a dirlo, Kylian Mbappè, su cui si sono concentrate anche le attenzioni dell’ambiziosa Inter di Suning. Ma non c’è solo il talento francese a far strizzare gli occhi alle big d’Europa. Scopriamo dove potrebbero finire, il prossimo anno, i 6 talenti dei monegaschi.

Lemar, mezza Europa sul talento francese.

Nel match del “Louis II”, la Juventus dovrà tenere molto a bada le sortite offensive di un funambolo della fascia sinistra come Thomas Lemar. Il talento del Monaco è davvero una spina nel fianco delle difese avversarie, sempre pronto a dare una mano alle azioni degli attaccanti e spesso pericoloso anche in zona gol. Numeri, qualità e prestazioni, che hanno convinto la dirigenza di mezza Europa ad interessarsi all’acquisto di questo fenomeno francese, classe 1995, solo 21 anni, il cui valore di mercato, ad oggi, si aggira intorno ai 20 milioni di euro. Su di lui, si parla già di un forte interesse del Manchester City di Guardiola, rimasto stregato dalla sua gara agli ottavi contro i “Citizens”. Ma oltre al City, ci sarebbe anche il Chelsea di Conte, numero uno nella valutazione degli esterni, che vorrebbe portarlo con sé a Londra.

Non mancano le pretendenti anche in Germania dove il Bayern Monaco, già a gennaio del 2016, avrebbe voluto portarlo in Bundesliga. Nella lunga lista delle possibili destinazioni future di Lemar, c’è anche l’Italia, con l’Inter in prima fila. Forte anche dei buoni rapporti con il club monegasco dopo l’affare Kondogbia, il Ds dei nerazzurri, Piero Ausilio, ha anche assistito alla gara fra il Monaco e il Manchester City degli ottavi di Champions per valutare al meglio la situazione. Resta alla finestra la Juventus, con Allegri che ha giudicato Lemar perfetto per il suo nuovo 4-2-3-1.

Kylian Mbappè: l’asta è aperta.

Che dire, numeri alla mano le prestazioni di Kylian Mbappè sono a dir poco fenomenali. 24 gol stagionali, 14 in Ligue 1, 5 in Champions League, e 5 nelle Coppe Nazionali. 18 anni, classe 1998, Mbappè pare proprio aver bruciato tutte le tappe, trascinando con i suoi gol, il Monaco in testa al campionato francese, ma soprattutto trainando il gruppo verso una storica e nuova semifinale di Champions League. Il suo valore di mercato è di 10 milioni di euro, ma per convincere i proprietari del club a cederlo, non ne basteranno 80. Il primo ad alzare bandiera bianca, è stato Wenger che ha dichiarato l’impossibilità dell’Arsenal di arrivare a spendere cifre spropositate per il calciatore.

Soprattutto a fronte della prima offerta pronta da parte del Real Madrid che in estate, quasi certamente, metterà sul piatto circa 100 milioni di euro per convincere il Monaco. Il “nuovo Henry”, potrebbe però anche rimanere in patria, ma vestendo la maglia del Psg. Il patron dei parigini pare sia davvero pazzo di questo giovane talento francese. Anche qui, le uniche italiane interessate (soprattutto per disponibilità economica), sono Inter e Juventus. Ma se i bianconeri, nel corso degli ultimi anni, ci hanno insegnato che gli investimenti di questo tipo sono fattibili solo in caso di una grossa cessione (vedi Pogba-Higuain), non si può dire altrimenti dell’Inter. I neroazzurri sembrano disposti a tutto pur di rilanciarsi, anche sacrificare Perisic, pur di assicurarsi il talento di Mbappè.

Futuro in Premier per Bernardo Silva, vale 25 milioni.

“Sogno di giocare in Liga o in Premier League”. Furono queste le parole di Bernardo Silva, altra stella del Monaco, e talento del calcio portoghese. 22 anni, trequartista o esterno alto a destra, la stelle dei monegaschi, con queste dichiarazioni, chiuse definitivamente le porta in faccia all’Italia, nonostante il forte interesse mostrato, anche l’estate scorsa, dalla Juventus. Per lui si parla però, in attesa che le big della Liga raccolgano l’assist del calciatore, di un forte interesse del Bayern Monaco, non l’ultima arrivata. Ma i bavaresi devono stare molto attenti alla campagna di rafforzamento del Chelsea in vista della prossima stagione. Occhi però soprattutto al Manchester United che avrebbe un diritto di opzione per l'acquisto del fantasista del Monaco. I Red Devils infatti, sarebbero in vantaggio anche grazie al manager del giocatore, il potente Jorge Mendes. Lo stesso di Josè Mourinho.

Una lotta tutta italiana per Mendy.

Benjamin Mendy è sicuramente uno dei giocatori che si è messo maggiormente in luce nel Monaco. Il calciatore piace tantissimo alle italiane, soprattutto a Milan e Juventus, che vorrebbero acquistarlo in vista della prossima stagione, e inoltre il prezzo del cartellino è piuttosto accessibile, visto la valutazione di circa 15 milioni di euro. Sul francese però non ci sono solo le italiane, ma anche tante squadre di Premier League. Le squadre del Belpaese però, negli ultimi tempi, pare siano aumentate, infatti, oltre ai rossoneri e alla Vecchia Signora, sono forti i contatti con il club monegasco dell’Inter, che vorrebbe prendere lui o Zappacosta per la fascia destra, ma anche del Napoli di De Laurentiis, che grazie al lavoro del Ds Giuntoli, pare sia molto attento alle dinamiche del campionato francese. Infatti, i partenopei, oltre a Tolisso, già obiettivo dichiarato dalla scorsa stagione, hanno messo gli occhi proprio su Mendy, per rendere ancor più veloce il gioco spettacolare di Maurizio Sarri.

Sidibè e Fabinho divisi fra Napoli e Juventus.

Su Fabinho, ci sono gli occhi di mezza Europa, soprattutto per la sua enorme duttilità in campo. Il brasiliano infatti, che la scorsa estate è stato vicinissimo all’Atletico Madrid, può giocare sia come mediano che come terzino destro. Classe 1993, già non più giovanissimo per gli standard calcistici, interessa molto anche a City e Juventus. Ma oltre al calciatore carioca, è apertissima l’asta per assicurarsi Dijbril Sidibe. Classe 1992, anche lui, non proprio un baby, è l’oggetto del desidero di diversi club europei. Su tutte, anche in questo caso, le italiane. In testa, ci sono ovviamente Juventus e Napoli, con i bianconeri che, in caso di mancato acquisto di De Sciglio, in vista della prossima stagione, potrebbero virare proprio sul terzino destro del Monaco, il cui valore di mercato è oggi fermo a 14 milioni di euro. Ma il più convinto sembra essere proprio il Napoli che, forte della volontà di voler sostituire un impalpabile Hysai, potrebbe anche sferrare l’affondo decisivo già ad inizio luglio. In passato anche la Roma è stata vicinissima al calciatore.