Le nubi sono state spazzate via. Cristiano Ronaldo non lascerà il Real Madrid. Secondo ‘El Confidencial’ il giocatore che al momento è negli Stati Uniti e che si infastidito parecchio per la denuncia per frode fiscale che è stata avviata qualche settimana fa dall’Agenzia delle entrate spagnola, non ha alcuna voglia di lasciare il Real Madrid, ed ha comunicato ciò al presidente Florentino Perez. Manchester United e Paris Saint Germain possono così iniziare a cercare nuovi obiettivi.

Il giocatore quando ha ricevuto la denuncia per frode fiscale si è arrabbiato e non poco e il suo disagio è stato espresso dal quotidiano portoghese ‘A Bola’, che aveva riferito però anche di un possibile addio ai ‘blancos’. La decisione sembrava irrevocabile, ma la realtà è ben diversa. CR7 parlando al telefono con il presidente Florentino Perez ha detto

Non ho mai dichiarato che avrei lasciato il Real Madrid, ho solo commentato a una cena con i compagni di squadra che sono stato ferito, che mi sono sentito maltrattato, perseguitato e trattato come un delinquente nonostante abbia rispettato i miei obblighi fiscali sia in Inghilterra sia in Spagna.

Ronaldo si è sfogato con il numero uno del Real a cui ha anche detto: “Chi pensa che io sarei venuto a chiedere un adeguamento del contratto per far fronte ai problemi con il fisco non mi conosce: io non agisco in quel modo”. CR7 dunque non si muove e proverà ad arricchire così ulteriormente la sua già favolosa bacheca con il Real Madrid, con cui ha realizzato 406 gol in 394 partite e con cui ha vinto la Champions League per tre volte negli ultimi quattro anni, sempre naturalmente da grande protagonista. Con il Real ha vinto anche due volte la Liga, due volte il Mondiale per Club e due volte la Supercoppa Uefa. Ed a verbale vanno messi anche i tre Palloni d’Oro conquistati negli ultimi quattro anni.