Thibaut Courtois a sorpresa non è sceso in campo nel posticipo di Pasqua tra il Manchester United e il Chelsea. I ‘Blues’, con Begovic tra i pali, sono stati sconfitti per 2 a 0. Un brutto ko per Conte, messo al tappeto dal rivale Mourinho, che adesso ha ‘solo’ quattro punti di vantaggio sul Tottenham, che in Premier League ha vinto le ultime sette partite disputate. Per il tecnico italiano motivi di arrabbiarsi ce ne sono parecchi, anche se il titolo non è ancora in discussione. L’infortunio del portiere belga ha fatto imbestialire e non poco l’ex commissario tecnico. Perché secondo alcune indiscrezioni Courtois si sarebbe infortunato alla caviglia mentre stava girando uno spot pubblicitario per la Nba.

La passione per il basket del portiere è cosa nota e martedì Courtois assieme ai compagni di squadra Nathan Ake, Matic, lo spagnolo Alonso, che ha dato pure lui forfait all’ultimo secondo per il match di Old Trafford, e con ’altro portiere Begovic ha preso parte a uno spot Nba per il mercato cinese. Courtois sarebbe ricaduto male dopo un salto e si è procurato una distorsione alla caviglia. Il Chelsea si è infuriato e il giorno seguente si è rifiutato di mandare per il proseguo della registrazione della pubblicità gli altri tre calciatori.

Insomma un’autentica rogna per i ‘Blues’ e per Conte, che rischia di non disporre nemmeno sabato prossimo di Courtois nella semifinale di FA Cup con il Tottenham. Una sfida che ha un altissimo valore. Naturalmente la posta in palio è altissima, c’è in gioco la finale di Coppa d’Inghilterra, un obiettivo per Conte ma anche per gli Spurs che da ventisei anni non vincono questo trofeo. Ma naturalmente c’è anche un importante risvolto psicologico. Perché le due contendenti per la vittoria della Premier vogliono entrambe far capire alla rivale di avere una marcia in più.