E’ partito il conto alla rovescia per la finale di Coppa Italia. Mercoledì sera Juventus e Lazio si contenderanno il trofeo allo Stadio Olimpico di Roma con diretta televisiva su Rai Uno. Una partita che se per i bianconeri rappresenta il primo tassello del sogno triplete, per la Lazio è senza dubbio un’occasione unica per impreziosire una stagione comunque più che positiva. In vista del prestigioso appuntamento, i dirigenti e i calciatori delle due formazioni, accompagnati da una delegazione dei vertici della Lega Nazionale Professionisti Serie A, sono stati ricevuti da Papa Francesco. Il Pontefice ha incontrato Juve e Lazio nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano ponendo l’accento sull’importanza del ruolo dei protagonisti di uno sport così seguito come il calcio.

Queste le parole di Papa Bergoglio: "Voi avete una notevole responsabilità – ha dichiarato il Santo Padre rivolgendosi ai calciatori – Coloro che sono considerati ‘campioni' diventano facilmente figure di riferimento. Perciò ogni gara è una prova di equilibrio, di padronanza di sé, di osservanza delle regole. Chi, col proprio comportamento, sa dare prova di tutto ciò, diventa un esempio per i suoi ammiratori. E' quello che auguro a ognuno di voi: di essere testimoni di lealtà, di onestà, di concordia e di umanità"

Ecco perché il Pontefice ha invitato le stelle delle due finaliste di Coppa Italia ad avere un atteggiamento sempre improntato alla correttezza in campo, alla luce del loro ruolo di “modelli” sportivi per tantissimi giovani che sognano di seguirne le orme: "E’ grande l’importanza dello sport nel nostro tempo. Considerando il fascino e i riflessi che il calcio professionistico ha sulle persone, specialmente sui giovani, voi avete una notevole responsabilità".