Dybala, Mandzukic e Pjanic regalano alla Juventus la vittoria sull'Atalanta negli ottavi di Coppa Italia e la qualificazione al turno successivo. La squadra bianconera si qualifica, non senza problemi, ai quarti di finale della competizione nazionale dove troverà una tra Milan e Torino che si affronteranno domani sera a San Siro: si preannuncia una rivincita della Supercoppa Italiana di Doha o un altro interessante derby della Mole.

Allegri si presenta con un 4-3-1-2 con Pjanic alle spalle di Dybala e Mandzukic. A centrocampo spazio a Hernanes nel ruolo di regista, con Marchisio e Rincon, alla sua seconda presenza con la maglia bianconera, come mezze ali. Gasperini ha scelto di affidarsi ai suoi migliori uomini senza turnover: rispetto alla trasferta di Verona i bergamaschi operano solo due cambi con Caldara al posto di Zukanovic e D'Alessandro per Papu Gomez.

Primo tempo. L'Atalanta sembra voler partire forte ma con il passare dei minuti sono i bianconeri di Allegri a salire in cattedra con Hernanes e Marchisio a dettare i tempi e Dybala a cercare spazi dove offendere la retroguardia bergamasca. Al 15′ cross da destra di Lichtsteiner, Caldara perde l'equilibrio, e Mandzkuic devia verso la porta di Berisha con la pancia ma la palla finisce sul palo. È solo la prova generale per il vantaggio bianconero che arriva al 22′: Paulo Dyabla batte Berisha con un bel tiro di controbalzo dal limite, dopo la torre di Mandzukic, che si infila nell'angolo basso. Due ottimi gesti tecnici da parte degli attaccanti bianconeri che fanno sembrare tutto semplicissimo. Sesta rete stagionale per l'argentino che sta cercando la continuità dopo essere stato fermo per diverso tempo per infortunio. Al minuto 33 arriva il raddoppio: Dybala serve Mandzukic in profondità e il croato scarica alle spalle di Berisha un destro preciso sul secondo palo. Partita in totale controllo degli uomini di Allegri che vanno vicini al terzo goal con l'ex punta di Bayern e Atletico Madrid.

Secondo tempo. La ripresa è sempre un monologo bianconero ma con un ritmo molto più compassato. Al minuto 62′ Pjaca entra al posto di Dybala: il giovane croato rientra in campo dopo l'infortunio di inizio ottobre con la sua nazionale e può diventare il vero rinforzo per la Juventus nella seconda parte della stagione. La squadra di Allegri prova a realizzare la terza rete con Rincon, destro dal limite, ma è Konko a riaprire i giochi con un bellissimo tiro dal limite che tocca il palo e si infila in rete. È il primo goal con la maglia bergamasca del laterale francese. Le speranze dell'Atalanta durano soltanto 4 minuti perché Masiello atterra in area Lichtsteiner e Pjanic porta a tre le reti della Vecchia Signora. Gara chiusa? Assolutamente no. A dieci minuti dal termine Latte anticipa Lichtsteiner e batte per la seconda volta Neto. Terza presenza in Coppa Italia per il calciatore della Costa d'Avorio coronata con la prima rete con la squadra maggiore. Difesa bianconera ferma in occasione del cross di Conti dalla destra.

La gara termina con la vittoria dei padroni di casa per 3 a 2 su un'Atalanta che ha lottato fino alla fine ma ha regalato tutta la prima frazione ai bianconeri. Uomo copertina è Paulo Dybala: qualsiasi cosa tocchi diventa oro e la mancanza nell'impianto di gioco bianconero si è sentita incredibilmente durante il suo periodo d'assenza dopo l'infortunio.