Non si muove da Londra, altro che arrivare all'Inter a giugno. Antonio Conte ha le idee chiare sul su futuro sia immediato che a lungo termine: al Chelsea ha appena iniziato ad allenare, vuole vincere, diventare importante in uno dei club più prestigiosi d'Inghilterra e d'Europa, poi si vedrà. Il successo in FA Cup contro Josè Mourinho e il Manchester United ha confermato che la strada è quella giusta e cambiarla ora sarebbe come commettere un reato sportivo. Il tecnico italiano guida la Premier senza rivali, è idolatrato dal proprio pubblico tanto da aver fatto rinnegare ai tifosi Blues il ‘totem' Special One, bollato di alto tradimento.

Amore per il Chelsea – Così, le voci insistenti di mercato che vorrebbero Conte di rientro in Italia passando attraverso la porta nerazzurra, resteranno semplicemente tali: fastidiosi rumors senza un seguito concreto. A precisarlo è stato lo stesso Conte che ha ribadito la sua fedeltà alla causa del Chelsea, rispendendo al mittente anche le illazioni di rapporti freddi con la dirigenza e Abramovich in persona. Così come per le voci di contrasti con il club sul mercato, sulle quali Conte ha replicato: "Non è vero assolutamente nulla di quanto ho letto. Ho un buon rapporto e quando ho bisogno di qualcosa parlo con il club e cerchiamo sempre di trovare la soluzione giusta. Sempre insieme, sulla stessa strada".

Pioli oggi, Conte domani – Per l'ex ct della Nazionale l'avventura inglese è semplicemente all'inizio: se la stagione dovesse risultare trionfale, nella prossima potrebbe dare la caccia anche alla Champions direttamente da Londra. Un ulteriore stimolo per rimanere e costruire: "Sono molto felice di essere l'allenatore del Chelsea e desidero continuare qui per molti anni ancora". Suning intanto ci sta provando, anche se Stefano Pioli è una relatà positiva con cui fare i conti in questo periodo. Per Conte potrebbe essere semplicemente un corteggiamento a lungo termine: fra due-tre stagioni quando anche il progetto Inter sarà di qualità e potrà incuriosire un allenatore che accetta sempre con carattere nuove sfide.