Fa incetta di premi Claudio Ranieri: l'allenatore romano oggi ha ricevuto il Premio Tor Vergata etica nello sport presso l'ateneo capitolino e si è intrattenuto con gli studenti per parlare di calcio, del presente e del futuro a livello professionale e fa un pronostico per la Champions di quest'anno. L'ex allenatore del Leicester, autore di un'impresa che verrà ricordata per sempre nella storia del calcio, si è espresso sulla possibilità di tornare a sedere in panchina

Voglio tornare ad allenare, mi sento un allenatore europeo, ma allenerei anche in Italia. Aspetto un buon progetto: lo devo sentire mio per dare il cento per cento altrimenti non accetterei. La Lazio? No, ormai sono a fine carriera, se fosse capitato all'inizio avrei accettato ma oggi, da tifoso romanista, non la allenerei. Anche se mi piace come sta giocando quest'anno.

Claudio Ranieri ha ammesso di aver avuto già diverse proposte, sia di club che di nazionali, da quando è stato allontanato dalla panchina dei campioni d'Inghilterra

Ho già ricevuto alcune proposte, non in Italia, anche da parte di nazionali – ha rivelato il tecnico che un anno fa trionfò in Premier con il Leicester -. Preferisco, però, allenare un club e stare tutti i giorni con i miei ragazzi.

Infine l'allenatore romano prova a tracciare una griglia per la fase finale di questa Champions League, che lo ha visto protagonista fino agli ottavi di finale, e afferma di fare il tifo per la sua ex squadra, la Juventus

Credo che il Real Madrid sia favorito, ma attenzione ad Atletico Madrid e Monaco, squadre da prendere con le molle. La Juventus sta facendo annate spettacolari, sta crescendo stagione dopo stagione grazie alla programmazione e alla serietà della società. Da italiano faccio il tifo per la Juve. I bianconeri sono determinati e questa è una cosa importante. Sarà fondamentale arrivare ai duelli in grande condizione fisica e avere il bellissimo spirito di sacrificio dimostrato finora.