Una brutta sconfitta. Il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti alla terza uscita di campionato ha già assaporato il gusto amaro della sconfitta. Da parte dell'Hoffenheim che ha superato i campioni di Germania in carica anche in classifica. I bavaresi sono tornati a Monaco con una sonora lezione: 2-0 e nessun diritto di replica. I gol decisivi, da parte di Mark Uth, l'uomo del match che ha dato il primo fortissimo malumore a Mr. Ancelotti.

La chiave del successo.

Uth, l'uomo partita.

Iniziamo proprio da lui, Mark Uth capace di segnare due reti al Bayern Monaco e rilanciare le ambizioni dell'Hoffenheim che dopo tre giornate si ritrova in vetta alla Bundesliga. Un traguardo meritato mostrando davanti al proprio pubblico una voglia matta di sopperire il divario tecnico con la determinazione di chi non vuole partire già sconfitto.

Doppietta, Bayern ko.

L’attaccante classe ’91 dell'Hoffemheim ha vissuto la serata migliore della sua carriera grazie ad una doppietta fantastica contro i campioni di Germania e contro uno dei portieri più forti al mondo come Neuer. Partita perfetta da parte dell’ex centravanti dell’Heerenveen che ha fatto venire il mal di testa a Javi Martinez e Hummels.

Le colpe di Ancelotti.

Squadra sotto tono.

Il problema maggiore per il Bayern Monaco son ostate le ripartenze dell’Hoffenheim. Ancelotti non ha trovato la giusta reattività da parte dei propri giocatori. Il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti è stato bruciato per due volte dalla velocità degli uomini di Nagelsmann che hanno trovato in Uth un degno finalizzatore. I bavaresi non sono riusciti a sviluppare il consueto gioco sulla fasce con Coman e Mueller un po’ in ombra, come anche Thiago Alcantara, Tolisso e Rudy.

Ribery e Robben in panchina.

Le colpe ovviamente sono di chi scende in campo, ma anche il tecnico questa volta ha avuto demeriti evidenti. Inspiegabile la scelta di Ancelotti di lasciar fuori Ribery e Robben contemporaneamente. L’Hoffenheim è stato quasi perfetto e a cospetto di un avversario più forte ha giocato al meglio le sue carte ed ha vinto con merito guadagnandosi la vetta della Bundesliga.

Il tabellino.

Hoffenheim: Baumann, Bicakcic, Nordtveit, Hubner, Geiger (63’ Polanski), Kaderabek, Demirbay, Amiri, Zuber (69’ Schulz), Kramaric, Uth (76’ Ochs)
Bayern Monaco: Neuer, Kimmich, Javi Martinez, Hummels, Rafinha (78’ Ribery), Tolisso, Rudy (57’ Robben), Coman, Mueller (78’ James Rodriguez), Thiago Alcantara, Lewandowski
Reti: 27’ e 51’ Uht (H)
Ammoniti: Hubner (H), Zuber (H), Kaderabek (H), Hummels (B)