Il Milan vuol tornare grande. Anzi, deve tornare grande e conquistare l'accesso alla Champions League 2018/19. Per centrare questo obiettivo, vitale anche per le sorti economiche del club, Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli stanno interpretano il ruolo di protagonisti assoluti in questo mercato estivo. Nonostante il profondo restyling già attuato, la società di via Aldo Rossi non ha nessuna intenzione di fermarsi nell'acquistare giocatori. In attesa di novità dal fronte Lucas Biglia e da quello legato a Pierre-Emerick Aubameyang, i due dirigenti milanisti avrebbero fatto arrivare alla Juventus una proposta clamorosa. Come riportato da "Sport Mediaset", il Milan vorrebbe mettere le mani su Leonardo Bonucci e per farlo sarebbe disposto a cedere ai bianconeri i cartellini di De Sciglio e Romagnoli, più un conguaglio economico.

L'ok di Bonucci.

Un'offerta che ha spiazzato tutti, compresa la società campione d'Italia che si sarebbe presa 72 ore per valutare l'eventuale trattativa. Al difensore della Juventus, già cercato nel recente passato da grandi squadre inglesi e spagnole, andrebbero 7 milioni di euro all'anno di ingaggio e avrebbe già dato il suo assenso a Fassone e Mirabelli per l'ipotetico trasloco nel capoluogo lombardo. Nella giornata del rinnovo di Gigio Donnarumma, sogno di mercato proprio della vecchia signora, il Milan avrebbe dunque lanciato l'offensiva per il 30enne di Viterbo: elemento indispensabile anche per la difesa della Nazionale italiana di Giampiero Ventura.

Il volo in Cina.

Dopo la prima amichevole con il Lugano, il Milan si prepara intanto per la trasferta in Cina. A pochi giorni dal preliminare di Europa League, la formazione di Montella avrà due impegni particolarmente suggestivi: il 18 luglio a Guangzhou contro il Borussia Dortmund e il 22 a Shenzen per l'incrocio con il Bayern Monaco dell'amico Carlo Ancelotti. Due partite che dovranno dare ulteriore conferme al tecnico e che saranno inserite nel programma dell'International Champions Cup.