L'eliminazione arrivata al "Camp Nou", per mano di Messi e compagni, brucia ancora in casa Psg. Nonostante le vittorie e le soddisfazioni colte in Francia, Marco Verratti è ancora infastidito dall'aver lasciato anzitempo la più grande competizione continentale. Intervistato dalla "Gazzetta dello Sport", il centrocampista della Nazionale italiana ha voluto dire la sua sul quarto di finale che metterà di fronte Juventus e Barcellona: "La Juventus ha dimostrato che nel suo stadio è sempre difficile per qualunque squadra – ha spiegato Verratti – La squadra di Allegri è tatticamente è molto valida e sono convinto che potrà mettere in difficoltà il Barcellona. Sarà una partita molto equilibrata. Purtroppo è una partita che mi gusterò da casa, ma la vedranno in molti perché si affrontano due grandi squadre".

Verratti e l'effetto "Stadium"

Dopo aver vinto con un rotondo 4-0 l'ultima partita di Ligue 1 contro il Guingamp, il 24enne abruzzese attende il prossimo impegno con l'Angers per cercare di recuperare punti alla capolista Monaco: l'unica francese che si è qualificata per questi quarti di finale di Champions League, alla quale il Paris Saint-Germain ha recentemente soffiato la Coppa di Lega francese in finale. Seguito a distanza da molti club europei, compresa la Juventus di Massimiliano Allegri, l'ex faro del centrocampo del Pescara non ha però voluto sbilanciarsi per il risultato finale di Torino: "Non sono capace di fare pronostici – ha concluso Marco Verratti – ma visto che ho un sacco di amici alla Juventus, che giocano con me in Nazionale, spero che vincano i bianconeri. Tanto ormai sanno tutti che simpatizzavo per la Juve da piccolo. Penso che in casa abbiano buone possibilità di vincere".