Parigi è già innamorata di Kylian Mbappé. La presentazione da star, la rete con la Francia a Saint-Denis e quella all'esordio in campionato con il Paris Saint-Germain hanno già mandato in visibilio un'intera tifoseria.

L'ex punta del Monaco, dopo aver raggiunti le semifinali l'anno scorso, vuole puntare alla Champions League e vorrebbe migliorare il suo bottino di reti personale, che nell'ultima edizione si è attestato sulle sei segnature. In un'intervista a La Gazzetta dello Sport il giovane attaccante francese afferma: "Non mi sono fissato un obiettivo specifico. Ma se farò meglio della passata stagione, sarà già qualcosa di positivo. L’essenziale è vincere trofei con la squadra".

Mbappé dice Juve: Candidata al titolo.

Mbappé è convinto che la Juventus noterà anche quest'anno per vincere la Champions League e non si spiega come possa essere sempre messa fuori dalle pretendenti alla vittoria finale

È strano perchè si parla sempre di Barcellona, Real Madrid, Bayern Monaco come principali favorite. E si parla poco della Juve che invece è sempre presente, due volte finalista negli ultimi tre anni. Giocarci contro è difficile, un vero blocco. Per segnare contro la Juve serve essere perfetti. Quel che è riuscito poi a fare il Real in finale. La Juve, secondo me, rimane tra le candidate al titolo.

Mbappé: Un onore giocare con Neymar e Verratti.

L'attaccante francese è felicissimo di giocare con Neymar, altro super acquisto del PSG, e difende Marco Verratti dalle critiche degli ultimi tempi: "È un onore giocare con Neymar. Voglio aiutarlo a vincere il Pallone d’oro. Verratti è un giocatore incredibile. Con il pallone fa cose formidabili. Le critiche non scalfiscono i grandi giocatori come lui".

Mbappé: Ho sempre seguito il calcio italiano.

Infine Kylian Mbappè confessa di seguire da tempo il campionato italiano e che presto si rivedranno a ottimi livelli sia Inter che Milan

Sono cresciuto seguendo pure il Milan di Kakà e Shevchenko. L’Inter di Adriano. Per chi ama questo sport come me, il vostro calcio è mitico. Certo, ha attraversato un periodo di crisi, ma non muore mai. E sta rinascendo anche con i progetti ambiziosi di Milan e Inter.