Superato con agilità il primo ostacolo in campionato, il Napoli torna a respirare il profumo dell'Europa che conta grazie al ritorno con il Nizza. Reduce dalla vittoria convincente del "San Paolo", la formazione partenopea dovrà ora ripetersi anche in Costa Azzurra e di fronte alla voglia di rivalsa della squadra di Lucien Favre. Per presentare la sfida contro i rossoneri francesi, nella sala stampa dell'Allianz Riviera il protagonista è stato Maurizio Sarri: "Il risultato dell'andata lascia aperto il discorso qualificazione e loro, giustamente, ci credono – ha esordito il tecnico napoletano – Dobbiamo dimenticarci dell'andata e ho chiesto ai miei ragazzi di pensare alla gara singola e di portare il risultato a casa. Il Nizza è una squadra forte, ma anche noi siamo forti e ci crediamo. Siamo qui per fare risultato a tutti i costi. Sarà dura per noi, ma lo sarà anche per loro".

Come fermare Balo e Sneijder.

Dopo aver parlato di Mertens ("Non credo sia in dubbio, parlando con lui e col dottore non vedo grossi problemi"), Sarri ha poi commentato il possibile ritorno in campo di Balotelli e Sneijder: "Hanno una storia importante alle spalle e sono ancora abbastanza giovani per incidere in una gara cosi importante. Sono forti e dovremo contenerli, cosi come dobbiamo fare con tutto il loro attacco. Affronteremo un Nizza più offensivo e determinato. All'andata siamo stati bravi a far sembrare gli avversari meno forti della realtà, ma non credo che il match del San Paolo sia indicativo". La squadra francese, grazie anche alla vittoria in campionato, arriverà carica all'appuntamento europeo: "Il Napoli deve giocare il suo calcio – ha concluso Sarri – Non dobbiamo commettere l'errore di gestire il vantaggio. Quella di Nizza non sarà una partita normale. Può pregiudicare una stagione intera, anche dal punto di vista psicologico".