Il Napoli e il Milan hanno conosciuto a Nyon il loro prossimo destino europeo. I partenopei si giocheranno l'accesso ai gironi in Champions League contro il Nizza di Balotelli, mentre i rossoneri sfideranno nei playoff di Europa League una semisconosciuta formazione macedone, lo Shkendjia. Ma i primi risultati estivi di preliminari hanno regalato un sorriso anche ad una terza italiana, la Roma, che senza dover scendere in campo, è salita in terza fascia evitando alcune sgradite sorprese per il sorteggio della prima fase di Champions League, come il Liverpool e probabilmente il Tottenham.

Roma fortunata, in terza fascia senza giocare.

Ajax e Dynamo ko.

Eusebio Di Francesco aveva ereditato una Roma in quarta fascia nel Ranking Uefa e oggi si ritrova con una squadra che è salita in terza. Senza nemmeno dover giocare. Se il bel tempo si vede dal mattino, per i giallorossi si prospetta una stagione europea interessante: l’eliminazione nel terzo turno preliminare di Ajax e Dynamo Kiev, due squadre meglio piazzate nel ranking Uefa, ha fatto infatti scalare i giallorossi dalla quarta alla terza fascia in vista del sorteggio che il 24 agosto, a Montecarlo. In quel frangente si determinerà la composizione dei gironi di Champions League e per la Roma alcuni confronti con le big europee sono stati evitati.

Le avversarie più temibili ai gironi.

Prima fascia: Real, Bayern e Chelsea

Dalle squadre di prima fascia non si sfugge. Questo gruppo è formato dai campioni dei maggiori tornei nazionali. C'è anche la Juventus che, per regolamento Uefa non potrà essere inserita nello stesso gruppo giallorosso che però potrebbe rischiare di trovarsi con una tra Real, Bayern e Chelsea. Ci sono anche le mine vaganti Benfica e Monaco, mentre si potrebbe sperare di trovare una tra Shakhtar Donetsk e Spartak Mosca.

Seconda fascia: Barça, Atletico, Borussia, Psg, Manchester.

Anche per la seconda fascia c'è poco da fare: tra tutti, i pericoli maggiori sono rappresentati da Barcellona, Psg, i due Manchester di Mourinho e Guardiola, insieme ad Atlético Madrid e Borussia Dortmund. Per la Roma, si spera in una urna benevola, incontrando possibilmente il Porto o il Siviglia, ex creatura di Monchi. Gli spagnoli però devono ancora disputare i playoff con l’Istanbul Baasekehir. Eventualmente potrebbe esserci il Tottenham, altro avversario temibile.

Quarta fascia: Feyenoord e Lipsia.

La quarta fascia, ovviamente, è quella che presenta meno problemi in assoluto e che è sotto i verdetti dei playoff. Le uniche sicure a oggi sono Feyenoord e Lipsia che sulla carta rappresentano le avversarie più fastidiose per la Roma.