E' l'effetto Neymar-Mbappè e il Paris Saint Germain ne gode i benefici non solo in campo. Perché per il debutto interno ufficiale in Champions League del club francese che sfiderà al Parco dei Principi il Bayern Monaco campione di Germania in carica, pur di vedere all'opera il brasiliano insieme al francese e i loro compagni, i tifosi sono letteralmente disposti a tutto, anche di sborsare fino a 1,500 euro per un biglietto. Tanto, infatti, costano i tagliandi più alti che la società ha deciso di mettere in vendita e che sono andati subito sold-out, per la gioia della proprietà.

Stelle a carissimo prezzo.

Mercato estivo da favola.

Il Paris Saint-Germain di Neymar ha deciso di battere tutti i record. Anche sui prezzi dei tagliandi per assistere alle partite, che hanno subito un considerevole incremento anche in virtù dell'arrivo di stelle. In primis Neymar, poi seguito a ruota dal giovane talento di Mbappé.

Un ‘buco' da 600 milioni.

Un doppio investimento estivo da capogiro: in due hanno obbligato la proprietà qatariota a sborsare circa 400 milioni per l'acquisto definitivo del cartellino. Una cifra impressionante dalla quale il Psg dovrà rientrare in ogni modo, in aggiunta alla quale ci sono stati altri 200 milioni circa di ulteriori acquisti.

Champions da ricchi.

1.500 euro per vedere Psg-Bayern.

Per accelerare i tempi, la società ha pensato bene di far lievitare i prezzi dei biglietti. Vedere le stelle parigine al Parco dei Principi, puntare al sogno Champions League, costerà parecchio. Per il match della seconda giornata del girone che opporrà il Psg al Bayern Monaco davanti al proprio pubblico, i biglietti più economici per i non abbonati partiranno da 134 euro mentre quelli più costosi raggiungeranno l'altissima cifra di 1.492 euro.

Parco dei Principi sold-out.

Una scelta che potrebbe apparire azzardata ma che in realtà cela una strategia che si è già dimostrata vincente: lo stadio è già tutto esaurito. Un incasso imponente che verrà ovviamente ripetuto per tutti i match interni del Girone con l'attesa della qualificazione agli ottavi di finale dove i prezzi a quel punto potrebbero aumentare ancora.