Fa ancora effetto guardare la panchina del Leicester, e non trovarvi in piedi Claudio Ranieri pronto a guidare i suoi dal campo con la sua proverbiale sobrietà. E’ trascorso quasi un mese dall’esonero del manager capitolino, eppure la sua presenza sembra ancora lì. Non ce ne voglia Craig Shakespeare che si è finora guadagnato la pagnotta, facendo la cosa più semplice, affidandosi ovvero agli schemi e persino alle stesse pedine del suo predecessore senza stravolgere la squadra.

Già, proprio quegli uomini che hanno voltato le spalle all’uomo che ha trascinato loro ad un’impresa storica, sul tetto della Premier. Vardy e compagni che da quando Ranieri è andato via hanno ottenuto 3 vittorie in altrettante partite. Prima in Premier stendendo con il medesimo risultato di 3-1 Liverpool e Hull City, e poi nella magica notte di Champions contro il Siviglia. Un successo per 2-0 che ha permesso al Leicester di ribaltare il 2-1 incassato in terra andalusa e strappare un sorprendente pass per i quarti di finale di Champions. Una remuntada di certo non eccezionale come quella del Barça sul Psg, consegnata alla storia 7 giorni fa al Camp Nou, ma che comunque emoziona, soprattutto perché paradossalmente riavvicina il Leicester a Ranieri.

Già perché le Foxes viste in campo stasera sembravano proprio quelle che l’esperto allenatore italiano ha guidato nella scorsa stagione, prima che nello spogliatoio qualcosa si rompesse. Grinta, fame, furbizia e anche una serie di episodi fortunati, condizione imprescindibile per arrivare al successo. Ecco allora la deviazione fortuita di Morgan in occasione del primo gol, uno che nella scorsa annata ha messo in rete palloni pesantissimi. E poi il raddoppio di Albrighton, uno dei fedelissimi di Ranieri, dopo che la traversa aveva detto no ad Escudero con Schmeichel battuto.

Quello Schmeichel capace di riscoprirsi saracinesca dicendo no al tentativo su rigore di Nzonzi. Una serie di situazioni che non possono far pensare alla scorsa annata con un Leicester che continua a sorprendere in Champions League. E chissà che le Foxes non riescano a compiere un nuovo miracolo. Comunque andrà una cosa è certa, il merito dell’impresa europea è sicuramente anche di Ranieri che su Twitter ha incassato la solidarietà di Podolski (che ha pubblicato un Tweet con l'immagine del mister) e anche del giornalista di Mediaset Piccinini che ha definito nuovamente "Traditori" i giocatori del Leicester.