in foto: La prima immagine di Calhanoglu a Milano (fonte @acmilan)

"Benvenuto al Milan". Messaggio semplice, semplice che il club rossonero ha scelto per salutare l'arrivo di Calhanoglu, il trequartista turco del Bayer Leverkusen giunto nelle ultime ore in Italia. Sorrisi, scatto di rito col pollice rivolto verso l'alto, pronto a tuffarsi nella nuova avventura: è iniziata così la nuova esperienza del calciatore che i rossoneri hanno fortemente voluto mettendo sul piatto dei tedeschi 20 milioni di euro e altri 4 di bonus. Al calciatore, invece, è andato un contratto di 4 anni con ingaggio 2.5 milioni di euro (e bonus) a stagione. Contratto che verrà firmato nella giornata di lunedì, dopo aver effettuato le visite mediche. Allora non resterà che attendere il prossimo 5 luglio per vederlo all'opera agli ordini di Montella nel ritiro precampionato.

Non c'erano più dubbi sul buon esito dell'operazione iniziata sotto traccia, decollata all'improvviso e poi chiusa a stretto giro di posta dal Milan. Prima l'arrivo di Borini dal Sunderland, adesso Calhanoglu, l'uomo che calcia punizioni alla Messi. Stupirà con effetti speciali tifosi e avversari? In Germania hanno buona memoria delle sue qualità.

La stessa ‘Bild' ha rilanciato subito che ormai il suo trasferimento in Serie A era imminente. "Sto andando a Milano a firmare il contratto", ha raccontato ai cronisti del quotidiano tedesco che lo attendevano al varco. Un ultimo saluto rivolto alla ‘vecchia società' ("voglio ringraziare il Bayer Leverkusen, la dirigenza e i tifosi per questi tre anni meravigliosi, ora guardo avanti per una nuova sfida") poi il 23enne turco è andato incontro al futuro che a Milano si augurano sia da Champions.