Il Real Madrid non starà di certo a guardare. Visto che il Barcellona ha perso Neymar, uno dei fiori all'occhiello del club catalano, eterno rivale dei Blancos, Florentino Perez è estremamente deciso ad affondare il colpo e a creare un ulteriore gap tecnico tra le due società. Il Real Madrid sta cercando il colpo grosso di mercato, che porterebbe il nome del giovane francesino del Monaco, Mbappè ma che a sorpresa potrebbe anche celarsi in casa Juventus. Infatti, al presidente madridista piace molto Dybala che non si muove da Torino se non a fronte di offerte gigantesche. E quella che starebbe preparando il Real Madrid potrebbe anche essere la proposta giusta: Mateo Kovacic più 80 milioni in contanti.

Mbappè al Barça, la Joya ai Blancos.

Un'idea che sta montando in seno al Real Madrid, dicono in Spagna ma che oggi è ancora lontanissima dal poter essere concretizzata. Gli elementi però ci sono tutti: Mateo Kovacic piace da tempo alla dirigenza bianconera che in un recente passato lo aveva anche cercato con insistenza; il Real è ancora al palo per ciò che riguarda un top player; l'affare Mbappè si può complicare con l'inserimento del Barcellona arricchito dai 222 milioni di Neymar.

Kovacic + 80 milioni, l'offerta Real.

Il presidente Florentino Perez, ascoltato Zidane, sarebbe il grande artefice della proposta. Per il tecnico francese Mateo Kovacic è altamente sacrificabile per un progetto tecnico che sposerebbe Dybala senza remore. Ottenuto il benestare di Zizou, il numero uno dei Blancos starebbe preparando l'offerta irrinunciabile. Insieme al talentino croato si metterebbero sul piatto anche 80 milioni di euro, una cifra alla quale la Juventus difficilmente direbbe di no.

Perché Dybala non partirà: i due motivi.

Due però i problemi concreti davanti ai quali si scontrerebbe tale manovra di mercato. La Juventus perderebbe un giocatore su cui ha appena ricostruito attorno un progetto tecnico serio e duraturo. Kovacic piace ma non è un sostituto di Dybala bensì un elemento aggiunto a Dybala. Nella Juventus, partisse la Joya resterebbe dunque un vuoto. E qui il secondo problema: i bianconeri dovrebbero tornare sul mercato alla ricerca di un giocatore che soddisfi le richieste di Allegri. Il tempo stringerebbe e gli 80 milioni potrebbero risultare alla fine pochi.