Più che una trattativa di mercato, sembra un intrigo commerciale quello che si sta consumando intorno alla figura di Kylian Mbappé. Il giovane talento del Monaco, ancora indeciso sul suo futuro, ha infatti firmato nei giorni scorsi il ricco rinnovo del contratto di sponsorizzazione con la Nike: azienda già legata alla formazione monegasca e al nuovo talento del calcio transalpino. A confermare l'accordo siglato recentemente, è arrivato il tweet dello stesso giocatore che sotto alla fotografia della sua firma ha postato una dichiarazione inequivocabile: "Squadra che vince non si cambia". Chi pensava che Mbappé potesse lasciare la Nike e diventare uomo immagine Adidas, sarà dunque rimasto deluso. Soprattutto dalle parti di Madrid, dove il club campione d'Europa è ormai da tempo griffato dalle tre bande della società tedesca.

Anche la Juventus segue Mbappé.

Reduce da una stagione strepitosa, nella quale ha vinto il campionato francese e conquistato la maglia della nazionale di Deschamps, Mbappé rimane comunque attratto dalla prospettiva di giocare con Cristiano Ronaldo. Il rinnovo con lo sponsor tecnico del fenomeno monegasco, potrebbe però risultare decisivo per un suo eventuale passaggio al Paris Saint-Germain. Il club della capitale, è anch'egli sotto il marchio Nike e sarebbe avvantaggiato in caso di testa a testa con la società di Florentino Perez.

La vecchia signora alla finestra.

Secondo la stampa francese, però, in corsa per il diciottenne transalpino ci sarebbe anche la Juventus. Oltre a Real Madrid, Paris Saint-Germain, Arsenal, Barcellona, Liverpool, City e Chelsea, anche la società piemontese vuol partecipare fino in fondo a questa mega asta continentale. Un compito quasi impossibile per Marotta e Paratici, perché il Monaco avrebbe chiesto 160 milioni di euro per lasciar andare il giocatore.