Domenico Berardi al Napoli. E se fosse questo il colpo di calciomercato da piazzare una volta messa al sicuro contro il Nizza la qualificazione alla fase a gironi di Champions? Le ultimissime notizie sui (possibili) movimenti degli azzurri mettono un attimo da parte le voci di queste settimane (dal sogno Chiesa fino al golden boy del City, Zinchenko) e si concentrano sull'esterno d'attacco del Sassuolo che ha 23 anni, il contratto in scadenza nel 2019 e non è la prima volta che il suo nome emerge al tavolo delle trattative (Inter e Juventus nel passato recente, poi ancora la Roma).

Ala destra pronta a spiccare il volo.

Ala destra (che può ricoprire anche la corsia mancina oppure agire da trequartista), alta 183 cm, calcia di sinistro. Berardi è uno dei talenti del calcio italiano che attende solo di esplodere. Al Sassuolo ha dato un ampio saggio delle proprie qualità, compresa la stagione scorsa nonostante qualche infortunio di troppo: 25 presenze (di cui 21 in Serie A e 4 in Europa League), 10 gol (5 in campionato), 11 assist rappresentano lo score del giocatore che aveva iniziato la stagione scorsa di slancio (2 reti nelle prime 2 giornate).

Cinque mesi d'infortunio.

Poi fu costretto a fermarsi da settembre a dicembre 2016 per un infortunio di natura muscolare. Berardi tornò in campo l'8 gennaio 2017 (0-0 col Torino) e rimandò l'appuntamento con il gol al 1 aprile (sconfitta degli emiliani per 2-1 contro la Lazio).

In azzurro alternativa a Insigne e a Callejon.

Esaurita l'era Di Francesco al Sassuolo, la stagione appena iniziata può fare a Berardi da trampolino di lancio in vista del Mondiale di Russia 2018. Sarri sa che avrebbe a propria disposizione un giocatore già decisivo nel campionato italiano, un calciatore che può sostituire sia Insigne sia Callejon, un calciatore anzi che può solo migliorare e acquisire uno status internazionale di alto livello.

La scheda di Domenico Berardi (Transfermarkt)in foto: La scheda di Domenico Berardi (Transfermarkt)

Le cifre della possibile trattativa, ingaggio e stipendio.

Deciso il nome, restava da convincere Sassuolo e calciatore. Il Sassuolo ha preso Federico Bernardeschi come punto di riferimento per la vendita di Berardi. Sedendosi al tavolo con De Laurentiis ha chiarito che se Bernardeschi vale 40 milioni, Berardi non può valere meno di 55 milioni. De Laurentiis sembra partito con l’idea di pagarlo intorno ai 35 milioni e vorrebbe chiudere intorno ai 40, magari in vari step con degli slot da pagare come bonus. Il Sassuolo in questo momento resta ancorato ai 50 milioni di valutazione, ma il presidente spera di arrivare ad un punto d’incontro. Per il calciatore sono pronti 3/3,5 milioni d'ingaggio a stagione per almeno quattro anni, uno stipendio di 3 volte superiore a quanto guadagna attualmente (1.1 milioni).

Berardi è contento dell’interessamento del Napoli, il Sassuolo, piazzando a fine mercato due dei tre centravanti che ha in rosa, Iemmello e Matri, magari ha bisogno anche di prendere Pavoletti, che non rientrerebbe nell’acquisto di Berardi ma darebbe di sicuro una mano affinché possa avvenire. De Laurentiis sa che uno sforzo da 45 milioni può anche farlo nell’ottica di fare una Champions League ancora migliore di quella dello scorso anno, confermandosi una realtà in Europa e non più sorpresa.

Tra sfida scudetto alla Juve e Champions.

Sarri fra tutti sarebbe il più felice perché crede che Berardi possa diventare un grande calciatore e saprebbe come farlo ben giocare nel suo sistema, dando anche riposo a Insigne e Callejon fin troppo spremuti l’anno scorso. I presupposti ci sono, i rumors sono sempre più forti, ora la palla passa al Napoli che deve passare il turno di Champions League e poi ad Aurelio De Laurentiis affinché regali un altro grande calciatore alla sua squadra.

Il Napoli di Maurizio Sarri non poteva iniziare meglio la stagione, con una convincente e netta vittoria sul Nizza nell’andata dei preliminari di Champions League e contro il Verona nella prima giornata di campionato. Da voci sempre più insistenti nell’entourage napoletano, però, è arrivato il momento di lanciare il vero attacco al potere juventino e decidere il colpo sensazionale di mercato per puntare decisamente allo scudetto.

Ounas e Rui unici colpi (finora) del Napoli.

La strategia scelta da De Laurentiis e Sarri, ovvero quella di tenere la rosa praticamente identica a quella dell’anno scorso, cercando solo un esterno giovane e promettente come Ounas e un terzino sinistro che già conosce il gioco sarriano, Mario Rui, ha dato fin adesso i risultati sperati. Ma la grande domanda che tutti gli addetti ai lavori e la società Napoli al completo si fa in pratica dalla fine dell’ultimo campionato è se basta questo per vincere uno scudetto contro la Juventus dei record. In alcune uscite pubbliche a Dimaro, Sarri è stato abbastanza netto, c’era poco da capire fra le righe. Mettere il Napoli come favorito per lo scudetto è una “cavolata”, come ha detto il tecnico in una conferenza stampa, perché tante altre squadre hanno rinnovato e rafforzato l’organico e sono sullo stesso piano degli Azzurri. E allora perché non cercare di rafforzarsi?

‘Mister X', il colpo entro il 31 agosto, a qualificazione ottenuta.

Rafforzare il Napoli è molto complicato perché servirebbero acquisti molto costosi e soprattutto di giocatori già pronti, oltre i 27 anni e De Laurentiis strategicamente non ha mai voluto giocatori del genere, perché non possono crescere in senso tecnico e tattico, ma soprattutto in quanto a valutazione, in caso di una loro rivendita. Si può sicuramente comprare un giocatore intorno ai 25 anni, con chiari margini di crescita.
L’identikit dell’uomo che il Napoli ha messo nel mirino si delinea. Che sia proprio Berardi il ‘mister X' decantato da De Laurentiis? C'è tempo fino alle 23 del 31 agosto per scoprirlo.