Il Milan ha iniziato la "caccia" al successore di Donnarumma. Con il portiere rossonero che ha ufficializzato la scelta di non rinnovare con il Diavolo (il suo contratto scadrà comunque il 30 giugno 2018), la società meneghina sta cercando un nuovo portiere da utilizzare già in questa stagione, a prescindere da come andrà a finire l'epopea legata al giovanissimo portiere stabiese, ufficialmente non sul mercato ma che sembra ormai in procinto di fare le valigie. Ed al primo posto delle preferenze rossonere sembra esserci Mattia Perin del Genoa.

Obiettivo Perin del Genoa. La trattativa per il calciatore potrebbe essere relativamente veloce: i rossoneri offrono tra i sette e gli otto milioni di euro, il Genoa chiede di più ma alla fine potrebbe accontentarsi di un'offerta di poco inferiore ai dieci milioni. A preoccupare sono solo le condizioni fisiche del calciatore, reduce da un durissimo infortunio (la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro), che era seguito ad un infortunio simile l'anno prima (medesima rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio, ma quello destro). Se le visite mediche daranno l'okay, l'ingaggio verrà articolato con una quota fissa ed un'altra legata a bonus e rendimento.

In alternativa c'è Neto. In ogni caso, la squadra rossonera si sta muovendo anche per un'alternativa: Norberto Murara Neto, attualmente secondo della Juventus dietro Gigi Buffion. Il brasiliano, reduce da due annate in cui ha giocato con il contagocce (8 presenze nel 2015/2016, 14 nel 2016/2017), è seguito anche dal Napoli che tuttavia sembra aver virato su Meret. L'operazione potrebbe chiudersi sulla base di circa dieci milioni di euro, cifra che la Juventus gradirebbe particolarmente, visto che nell'estate 2015 il brasiliano era arrivato a parametro zero firmando un quadriennale da due milioni e duecentomila euro a stagione.