Dire di no alla Cina e ai suoi milioni di euro di questi giorni non è facile, anche perché il mercato asiatico è di quelli in fortissima espansione e può servire come rampa di lancio per chi ha bisogno di trovare spazio o per chi a fine carriera vuole chiudere con il classico botto. Eppure c'è anche chi dice no, e rinuncia a offerte importanti pur avendone la possibilità. Si tratta ad esempio di Pierre-Emerick Aubameyang il bomber nell'ultima stagione al Borussia Dortmund e sul piede di partenza. Per il giocatore, le opportunità non mancano e l'aver declinato l'invito cinese lascia aperte tutte le strade, anche quella che potrebbe portare ad un clamoroso ritorno al Milan.

Aubameyang, no alla Cina.

La Cina ha fatto sul serio e al Borussia Dortmund ha proposto un assegno da 80 milioni di euro per poter prelevare il suo centravanti e portarlo in SuperLeague. Ma niente da fare, Aubameyang vuole restare in Europa, l'Asia e il suo calcio possono ancora aspettare visto che le prospettive per strappare un altro contratto importante ci sono tutte. Così come l'idea di poter puntare in alto e vincere finalmente qualcosa di prestigioso per riempire una bacheca che a livello internazionale non è ancora allettante.

Sfida alle grandi d'Europa.

Così si sta scatenando un'asta al rialzo davanti alla possibilità di acquisire le prestazioni di uno dei giovani attaccanti più prolifici dell'ultima stagione. Tra i tanti club c'è anche il Milan che proverà a strapparlo alla concorrenza di Chelsea, Paris Saint-Germain e Arsenal, puntando anche sull'appeal che il club rossonero può vantare dopo gli ultimi colpi di mercato con una serie di ingaggi di primo piano, da Bonucci, ad André Silva, dalla conferma di Donnarumma a Biglia e Kessiè.

Kalinic e Belotti nel mirino.

I rossoneri sono alla ricerca di un nuovo attaccante su cui puntare tutte le proprie speranze offensive. E' lunico reparto in cui manca ancora un tassello da colmare. Dopo le delusioni dei vari Niang, Bacca e Lapadula, Fassone e Mirabelli vogliono per Montella un acquisto top. Per questo non c'è solo Aubameyang sul taccuino , gli altri nomi caldi sono quelli di Andrea Belotti del Torino e Nikola Kalinic in uscita dalla Fiorentina.