Con una finale di Supercoppa da giocare e l'esordio in campionato all'orizzonte, Massimiliano Allegri festeggia il cinquantesimo compleanno e si prepara a scartare il regalo di Marotta e Paratici: un nuovo centrocampista. E' proprio in quella zona del campo, che la vecchia signora ha bisogno di nuovi innesti. La dirigenza ne è consapevole e sta continuando a lavorare su quei nomi già circolati nelle ultime ore: da N'Zonzi a Matuidi, passando da Emre Can. Per quest'ultimo, balzato in cima ai pensieri del club bianconero e ancora con il contratto da rinnovare, Marotta sarebbe pronto a fare una nuova offerta ufficiale al Liverpool.

Il pupillo di Klopp.

Il centrocampista ex Bayer, che attualmente guadagna 40mila euro a settimana, va infatti in scadenza nel prossimo giugno e ha già dichiarato di non voler rinnovare con i "Reds". Una presa di posizione che conferma la volontà di lasciare l'Inghilterra, nonostante il lavoro ai fianchi di Jurgen Klopp: tecnico che stravede per il nazionale tedesco di origini turche. Il manager del Liverpool, inoltre, sta facendo muro per il suo centrocampista anche per l'infortunio di Lallana: une tegola per la squadra del Merseyside, che perderà il giocatore fino ad ottobre.

L'offerta della Juventus.

Forte del gradimento del centrocampista, la Juventus è dunque pronta all'assalto finale. Secondo indiscrezioni arrivate dall'Inghilterra, il club piemontese sarebbe disposto a mettere sul piatto 25 milioni di euro più bonus per convincere la dirigenza del Liverpool a lasciar partire Emre Can. Un'offerta leggermente inferiore alla richiesta iniziale (30 mln), che potrebbe però far ripartire la trattativa e condurla verso una conclusione positiva.

Allegri convinto dalle sue qualità.

Seguito anche dalla Roma del direttore sportivo Monchi, Emre Can è destinato a vestire la maglia dei campioni d'Italia. Il rush finale per arrivare al 23enne mediano tedesco è infatti entrato nel vivo, grazie anche al parere favorevole di Massimiliano Allegri. La grande duttilità mostrata dal giocatore, che può giocare centrale in un centrocampo a quattro o mezz'ala in una linea a tre, ha convinto pienamente il tecnico livornese. E' lui l'uomo giusto per la mediana juventina. N'Zonzi e Matuidi, al momento in stand by, rimangono solo delle valide alternative.