Un nuovo caso Pjanic è  alle porte e le due protagoniste sono ancora Juventus e Roma. Solo andata, verso Torino. Come capitò al centrocampista che un'estate fa, senza alcun preavviso venne prelevato in Capitale e trasportato nel tempio bianconero, pagando ai giallorossi quanto dovuto. Oggi, sembra che il tempo sia maturo per un altro blitz di mercato che potrebbe creare nuove feroci polemiche. L'oggetto del desiderio juventino è Kevin Strootman, olandese esperto in mediana, reduce da un lungo infortunio ma rimessosi al meglio, tanto da solleticare le voglie di Paratici e Marotta. C'è una clausola da pagare, ma la Juventus non sembra volersi tirare indietro, anzi.

La clausola da 45 milioni.

La Juventus sarebbe pronta infatti, a pagare in toto la clausola rescissoria di 45 milioni di euro, inserita nel contratto dell'olandese dopo l'ultimo rinnovo con scadenza 2022, per assicurarsi il centrocampista giallorosso. La Roma, che aveva atteso il rientro del giocatore dopo il brutto infortunio, aveva pensato di essersi messa al sicuro con prolungamento e clausola, ma così non è: la Juventus ha virato su Strootman, se pagherà i giallorossi non potranno opporsi.

Perché Strootman andrà alla Juve.

Un nuovo Vidal.

A Torino manca uno Strootman in mediana. C'era e si chiamava Arturo Vidal: un incontrista capace però anche di  costruire la manovra, dai piedi buoni forte fisicamente e dinamico. Per Allegri l'inserimento dell'olandese al centro del campo sarebbe la classica roccaforte che permetterebbe ai compagni di poter rendere in fantasia con minor problemi sulle spalle.

I l profilo di Strootman (fonte: transfermarkt.it)in foto: I l profilo di Strootman (fonte: transfermarkt.it)

In coppia con Pjanic.

Strootman ritroverebbe Miralem Pjanic, ex compagno nella Roma e soprattutto non avrebbe alter ego tattici in bianconero. Altri due aspetti non da poco che permetterebbero al giocatore di continuare ad avere un posto da titolare in una squadra votata al successo, riuscendo ad arricchire un proprio palmares davvero scarso rispetto alle qualità tecniche (1 Coppa d'Olanda e una Supercoppa d'Olanda)

Perché Strootman non andrà alla Juve.

Riconoscenza per la Roma.

L'unica differenza con l'affare Pjanic è che dalla Capitale assicurano che Strootman vuole rimanere giallorosso. Per quanto riguarda il fantasista bosniaco le cose erano differenti: la Juventus si inserì tra le pieghe di un rapporto che non stata soddisfacendo nessuno e la possibilità di vestire il bianconero convinse Pjanic a salutare la Roma.

Garanzie nell'anno Mondiale.

Oggi Strootman appare su un'altra corsia: è stato e potrà tornare ad essere capitano, insieme a De Rossi e Nainggolan. Ha un debito di riconoscenza nei confronti del club. E' l'anno dei Mondiali, e a Roma sa che può giocare e sa di poterlo fare al meglio. Lo stesso olandese ha testimoniato direttamente nelle ultime settimane, la sua voglia di restare: "Qui sto bene, tutti mi hanno aiutato prima e dopo l'infortunio, Ho rinnovato con piacere, voglio vincere qualcosa con la maglia della Roma".

Ginocchia di cristallo.

Il vero problema di Strootman è il logorio fisico cui ha sottoposto le proprie articolazioni. Ha solo 27 anni ma ha già sulle spalle due importanti infortuni sullo stesso ginocchio, il sinistro. Il primo. nel 2014 quando fu costretto a saltare quasi l'intera stagione, fermandosi per sei lunghi mesi. Il secondo nel 2015, con un altro lunghissimo stop (rientrerà solamente nel febbraio 2016) che l'ha costretto ad un doppio intervento con rimozione di parte della struttura cartilaginea.