La Juventus si prepara alla nuova stagione 2017/2018: dopo la batosta incassata in finale di Champions League, la seconda in tre anni, i bianconeri stanno pianificando al meglio la campagna acquisti per la prossima stagione, in modo da riprovare subito l'assalto alla coppa "dalle grandi orecchie", la cui finalissima si disputerà nella prossima campagna a Kiev, in Ucraina. Tanti i nomi sul taccuino della Juventus, ma non tutti arriveranno a Vinovo come del resto spiegato dallo stesso tecnico bianconero Massimiliano Allegri.

Fatta per Schick, si lavora per Szczęsny. L'attaccante ceco della Sampdoria è di fatto il primo colpo della Juventus 2017/2018, anche se Allegri per adesso ne minimizza l'impatto in rosa. "Non è ancora arrivato alla Juventus", ha spiegato, "ma è un giocatore di qualità che fa cose non normali. Per deciderne il ruolo, però, prima lo devo allenare. Anche Dybala", ha aggiunto, "faceva il centravanti, ma quando ho cominciato a lavorare con lui ho capito che non poteva fare il centravanti in una grande squadra come la Juventus". Sul portiere polacco, invece, ha chiosato: "Non è ancora fatta, e comunque poi noi abbiamo Buffon che è sempre il migliore di tutti".

Gli altri nomi. Diversa la questione per altri nomi sul taccuino bianconero. "Non faccio richieste specifiche", ha detto parlando di Steven N'Zonzi del Siviglia, "chiedo solo una tipologia di giocatore alla società". Per Marco Veratti, invece, prevale il pessimismo: "Si tratta di un ottimo giocatore, ma è del Psg e credo che resterà a Parigi". Più cauto, invece, su Douglas Costa del Bayern Monaco: "Lui è uno degli obiettivi, è un giocatore molto bravo". Stesso discorso per Federico Bernardeschi, definito "un giocatore di grande prospettiva". Quasi scontato, invece, il no a Mattia De Sciglio: "Dietro siamo a posto, abbiamo i tre della BBC più Rugani e Benatia e in questa stagione hanno giocato tutti".