L'Inter di Luciano Spalletti si prepara ad una piccola rivoluzione: l'ex-tecnico della Roma sta lavorando infatti per sistemare soprattutto la difesa nerazzurra, vera croce e delizia di questa stagione. L'idea è quella di portare in nerazzurro almeno tre terzini (con altrettanti pronti ad essere ceduti), per poi concludere con un gran colpo in attacco. Ma prima c'è da "piazzare" Ivan Perišić, ormai promesso al Manchester United ma che gode di un discreto numero di pretendenti estese.

Perišić in uscita per 30 milioni. In attesa di sistemare anche Murillo, l'Inter sta lavorando alla cessione del croato, che può risollevare le sorti economiche dei nerazzurri. Bisognerà concludere prima del 30 giugno per rispettare le regole del Fair Play Finanziario, ma ormai con i Red Devils sembra tutto fatto: all'Inter andranno circa trenta milioni di euro, ma prima i nerazzurri si stanno guardando intorno per cercare pretendenti disposte a mettere offerte più remunerative sul piatto. Ceduto Perišić, si potrà poi provare a rinforzare la squadra, partendo proprio dalla difesa.

Tre terzini in entrata. Soltanto D'Ambrosio è certo di restare: Spalletti valuterà Ansaldi mentre darà il via libera alle partenze di Nagatomo e Santon. In arrivo, i nomi papabili sono sempre gli stessi: Dalbert Henrique Chagas Estevão, brasiliano del Nizza, valutato circa cinque milioni di euro; Matteo Darmian del Manchester United, che potrebbe invece arrivare in prestito con diritto di riscatto; Davide Zappacosta, terzino del Torino che però piace anche al Napoli pronto ad offrire i dieci milioni di valutazione del suo cartellino. Piacciono anche Kenny Tete dell'Ajax e Rick Karsdorp del Feyenoord, ma tra i due solo il terzino dei Lancieri dell'Amsterdam sembra plausibile, vista l'eccessiva valutazione dell'altro suo connazionale.

I sogni nerazzurri. L'Inter segue sempre con interesse Antonio Rüdiger, ma il difensore della Roma non sembra destinato a vestire la maglia nerazzurra. Diversamente, per l'attacco si sogna Federico Bernardeschi, che però piace anche alla Juventus, e Lucas Moura, che invece è seguito anche dal Milan. Possibili i ritorni di fiamma per Angel Di Maria e per Domenico Berardi, mentre Radja Nainggolan e Kevin Strootman non si muoveranno da Roma.